Tempo stimato di lettura: 5 minuti

Da più parti mi stanno chiedendo un parere riguardo un articolo del analista Benni sul sito in prova del cun e sopratutto su alcune dichiarazione circa un brevetto posseduto ed ottenuto dal US Navy di un dispositivo capace di volare o navigare come un UfO o USO

Seppur riluttante ma con l’intenzione  di offrire un punto di vista diverso vediamo di verificare queste dichiarazioni presenti sul sito a questo indirizzo dove l’analista CUN tra l’altro ha scritto « E mentre l’ufologia italiana è ostaggio di cacciatori di like nonché di improbabili visionari che in ogni nuvoletta vedono un UFO, ecco che l’US Navy si registra un brevetto per velivoli non convenzionali con dispositivo per la riduzione della massa inerziale. Ovvero un dispositivo ad antigravità. Questo è uno dei tanti brevetti “esotici” che sono stati pubblicati in questi ultimi anni.»

Mi piacerebbe capire il senso di questo paragone e soprattutto chiedere alla casta ufologica se mai lo stesso analista Benni non abbia mai fatto errori , scambiando cose convenzionali per ufo ? Vale la pena di ricordare una frase di un grande uomo che disse « chi è senza peccato scagli la prima pietra» . Avanti Benni ,scagli questa benedetta pietra , e finiamola sempre con la stessa solfa

Peccato perché nell’articolo in questione si analizzava un presunto brevetto di un presunto dispositivo ottenuto dal US_Navy che evoca nell’immaginario di noi visionari,  UFO o USO, qualcosa che sicuramente fa viaggiare la fantasia. ma stiamo assistendo a qualcosa di epocale  da essere pubblicizzato con l’enfasi di chi avrebbe scoperto l’America? infatti notiamo negli scritti finali dell’analista : «Insomma stanno succedendo cose di una importanza epocale nella più totale confusione e disinteresse. E’ un caso o è voluto tutto questo? Come mai si dà tanto importanza sui media ai fabbricatori di nuvolette e ai cacciatori di lens flare ma si ignorano del tutto fatti inoppugnabili come questi ?»

E’ vero che questo fatto sia passato inosservato ?

Questa notizia è stata in anteprima pubblicata dal tabloid Metro che in questo caso costituisce fonte per molte testate ufologiche che ne hanno ampiamente scritto tra cui misterobufo- Segnidalcielo- nibiru 2012 -basta fare una ricerca per evidenziare che questa notizia non è stata affatto poco considerata…

Oltretutto il brevetto o notizia non è cosa attuale infatti la richiesta fu fatta nel 2016 ed il brevetto ottenuto e pubblicato nel 2017 è quindi poco utile per fare comparazioni con avvistamenti attuali

Il brevetto in questione è protocollato con il numero US10144532B2 questa è la pagina dove viene descritto il dispositivo ovvero  « dispositivo di riduzione della massa inerziale »

dove viene descritto in Astratto «Un mezzo che utilizza un dispositivo di riduzione di massa inerziale comprende una parete interna della cavità risonante, una cavità risonante esterna e emettitori a microonde. La parete cavità risonante esterna caricata elettricamente e la parete cavità risonante interna elettricamente isolata formano una cavità risonante. Gli emettitori a microonde creano onde elettromagnetiche ad alta frequenza in tutta la cavità risonante facendo vibrare la cavità risonante in modo accelerato e creando un vuoto polarizzato locale all’esterno della parete esterna della cavità risonante.»

Sinceramente poco ho capito allora do uno sguardo alle definizione del Benni che :

«In sintesi questo è un mezzo che utilizza un dispositivo di riduzione di massa inerziale che comprende una parete interna con cavità risonante, una cavità risonante esterna e emettitori a microonde. La parete risonante a cavità esterna a carica elettrica e la parete della cavità a risonanza interna elettricamente isolata formano una cavità risonante. Gli emettitori a microonde creano onde elettromagnetiche ad alta frequenza in tutta la cavità risonante che fa vibrare la cavità risonante in una modalità accelerata e crea un vuoto polarizzato locale fuori dalla cavità risonante esterna.»

Sinceramente io sono un gran Ignorante ma da queste due  descrizioni poco riesco a capire, quindi terra-terra vengo a sapere che tale dispositivo:

Dovrebbe ridurre o eliminare del tutto la Massa Inerziale che semplice-semplice è la resistenza che oppone un corpo ad una forza che cerca di accelerarlo, è proprio questa resistenza chiamata inerzia che riduce di molto la velocità delle navicelle aerospaziali

Quindi riducendo o eliminando tale inerzia si viaggerebbe a velocità estreme permettendo di raggiungere in brevi tempo luoghi lontani del nostro sistema solare

Secondo questo brevetto vi  è l’invenzione di una camera capace di generare un vuoto quantistico come una bolla che riveste la navicella stessa, vuoto che in pratica funge da un potente lubrificante capace di annullare la resistenza dell’aria e dell’acqua e quella dovuta dalla forza di gravità

sotto immagine del progetto

Da questa definizioni molti ufologi hanno pensato agli Ufo, che probabilmente potrebbero avere una configurazione simile almeno teorica; Altri si sono spinti nel considerare che sia stato già costruito un prototipo mettendolo in relazioni  con avvistamenti degli F18 Hornet della portaerei Nimitz, che portarono alle rilevazioni di Luis Elizondo.

Cerchiamo di fare chiarezza: Cos’è’ un Brevetto ?

Semplicemente  un certificato concesso da apposito ufficio, che garantisce la priorità e il diritto esclusivo di sfruttamento industriale di un’invenzione o l’utilizzo di un marchio

Non stabilisce o certifica che l’invenzione funzioni ( fatto dismesso secoli fa’ ) ma la sua originalità, per evitare  che qualcuno indebitamente sfrutti opere non sue

Di conseguenza il brevetto di questo dispositivo non prova che questo sia stato realizzato e che possa funzionare, anzi do per certo che non sia stato realizzato visto le conoscenze scientifiche attuali

Di questi brevetti definiti appunto “esotici”ce ne sono a tonnellate , come per esempio l‘US20060145019A1 del 2004  qui descritto brevetto, guarda caso, detenuto dal Us Navy che descrive «Una nave spaziale con scafo triangolare con linea elettrostatica verticale carica su ciascun angolo che produce un campo elettrico orizzontale parallelo ai lati dello scafo. Questo campo, interagendo con un’onda piana emessa dalle antenne sul lato dello scafo, genera una forza per volume che unisce sia l’alzata che la propulsione.»

sotto una foto della navicella del brevetto

Un  brevetto che è stato abbandonato nel 2019 , forse perchè poco attuabile…di conseguenza quello proposto anche dal Benni non da nessuna sicurezza circa la sua realizzazione, potrebbe fare la stessa fine di quello del 2004 che pure fu pubblicato ed evidenziato da molti siti che poi ne persero le tracce…

Non solo: è un secolo di Brevetti UFO: ovvero 8500 pagine di brevetti di navicelle spaziali simili agli Ufo che non hanno portato a niente

Conclusioni: Come la storia insegna : un brevetto Ufo non significa niente, soprattutto non è fatto epocale , è fatto di routine per chi si occupa di tali progetti , assistiamo semplicemente a dei progetti che potrebbero essere realizzati o meno.

Quindi fin quando non vedremo nei nostri cieli ufo targati US Navy , la ricerca continua ad opera di visionari (requisito fondamentale per essere ufologo) nel modo che l’ufologia classica ci e vi a insegnato , dove l’errore non deve scandalizzare ma fa parte dei rischi del mestieri, un mestiere che presuppone preparazione e studio per poterlo fare, ovvero non è per tutti

Stendiamo un velo pietoso ulteriore …speriamo che sia l’ultimo


Il Brevettato d’autore