Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Una novità’ in campo archeologico : un ritrovamento di un dente che potrebbe far cambiare le nostre conoscenze riguardo l’evoluzione dell’uomo

il Museo di Storia Naturale di Mainz ha annunciato che un gruppo di archeologi Tedeschi, ha ritrovato ad Eppelsheim, un piccolo centro appartenente al Land Renania-Palatinato, lungo il fiume Reno, un dente molto preistorico.

La scoperta sarebbe avvenuta circa un anno fa’ ma si e’ preferito approfondire le ricerche riguardo la datazione e la sua appartenenza

Un fatto straordinario , in quanto il dente in questione sarebbe appartenuto ad un ominide vissuto circa 9,5 milioni di anni fa; Significa che la teoria dell’origine Africana ( Lucy ), non e’ esatta

L’esemplare “Lucy”, scoperta nel 1974 nei pressi del villaggio Hadar nella valle dell’Auasc del Triangolo di Afar in Etiopia è un “early australopithecine”,datato circa 3,2 milioni di anni fa, è stata chiamato così dalla canzone Lucy in the Sky with Diamonds dei Beatles che veniva trasmessa in continuazione nei luoghi della scoperta, la straordinarietà’ della scoperta sta nel fatto che fu l’esemplare bipede piu’ antico mai scoperto prima
replica artistica dello scheletro di Lucy credit Wikipedia

Il dente in questione apparterrebbe ad una specie ominide identica di Lucy (Australopithecus afarensis )e Ardi (Ardipithecus ramidus), scoperti in Etiopia solo con una superiore anzianità di 6 e passa  milioni di anni, fatto che metterebbe in crisi la teoria che le prime specie ominidi comparvero in Africa.

E’ rilevante infatti cio’ che afferma durante la conferenza Herbert Lutz  capo  della squadra che ha ritrovato il dente: ”

“Le loro caratteristiche assomigliano a ritrovamenti africani che sono da quattro a cinque milioni di anni più giovani dei fossili scavati a Eppelsheim. Questo è un tremendo colpo di fortuna, ma anche un grande mistero”.

Questo fatto potrebbe cambiare radicalmente la storia dell’Umanita’ come lo stesso sindaco di Mainz Michael Ebling ha affermato durante la conferenza: “Non voglio esagerare, ma ipotizziamo che dovremo iniziare a riscrivere la storia dell’umanità dopo oggi”,

Dopo il fatto scientifico, riprendiamo alcune pseudo scientifiche domande riguardo l’evoluzione Umana: 9 milioni di anni per scoprire il fuoco ? e , per eccesso , diecimila per andare sulla Luna?

Certo è’ che questa scoperta e’ imbarazzante ed alimenta forti interrogativi sulla nostra evoluzione.

La sua importanza , verra valutata in base alla quantità di debunkeraggio che, sono convinto, si riverserà nei confronti di tale scoperta; vi terrò informati.

fonte : Die Welt​​​,

Il dente anziano, d’autore