• Gio. Mag 19th, 2022

Emilioacunzo.it

Un Ignorante tra scienza e pseudoscienza

Le mie novità sulle dichiarazioni di Antonio Raschi riguardo “L’ esperimento Climatico ” nel corso di Porta a Porta”

Diignorante

Nov 9, 2018
Tempo stimato di lettura: 3 minuti
Pseudo e Bufalite

Le dichiarazioni di Antonio Raschi(Direttore Istituto Biometeorologia CNR Firenze) durante la trasmissione di Bruno Vespa ” Porta a Porta “ riguardo la situazione climatica hanno scatenato i fans delle scie chimiche e di coloro che credono alle armi climatiche usate nei confronti dell’Italia

Precisamente ha dichiarato: «…. Siamo tanti, al centro di un esperimento planetario, di cambiamento del clima, del quale non sappiamo bene gli effetti sul lungo periodo»

Sotto il video della parte incriminata

Bene siamo sicuri di essere stati in grado di capire ciò che il Raschi ha affermato?

Un esperimento mondiale climatico sull’Italia?, inteso come uso di armi climatiche da sperimentare su tutto il mondo, ovvero qualcuno che provoca disastri climatici sulla propria casa?

La cosa più elementare per un ricercatore è andare alla fonte, chiedere al Dottor Raschi stesso e io lo fatto

Qui di sotto lo scambio di email dal quale tutto si svela nella maniera più semplice possibile

Io: Buonasera , scusate il disturbo: Assistendo ad una trasmissione di Porta a Porta dove ha partecipato Il prof. Raschi ho ascoltato una sua frase che è diventata virale sui social nei quali il professare ha parlato di ” Esperimenti climatici anche sull’Italia”. Per evitare speculazioni di complottisti, potrebbe spiegare a noi ignoranti il senso delle sue affermazioni ?

Dottor Raschi:  Purtroppo quando non si è abituati a parlare in pubblico si usano espressioni che sono chiare a chi si occupa di ricerca, ma non altrettanto a chi cerca conferme alle proprie teorie prive di qualsiasi prova oggettiva. Le “scie chimiche” o altri complotti sono, diciamo, una “leggenda metropolitana” il cui unico risultato è distrarre

l’opinione pubblica dal vero problema: l’emissione di gas serra, di cui tutti siamo corresponsabili, che sta modificando in modo tuttora non prevedibile l’ambiente in cui viviamo.
Antonio Raschi

Io di nuovoNon avevo dubbi…a menti aperte, i suoi scritti seguono un giusto rigore scientifico; perciò penso che il modo più semplice per una verità incontestabile sia rivolgersi alla fonte, così come ho fatto. La ringrazio per avermi dedicato un po’ del suo prezioso tempo. Cordiali saluti.

 

Antonio Raschi :Per maggiore chiarezza:

quando si parla di esperimento globale si sta facendo ricorso ad una
metafora utilizzata spesso in climatologia per spiegare il recente
incremento del meccanismo dell’effetto serra terrestre ad opera delle
attività umane.

Già in un articolo uscito nel 1998 su Science (The greenhouse theory
of climate change: a test by an inadvertent global experiment,
Science,240/4850, 1998) il climatologo americano V. Ramanathan
utilizzava proprio questa metafora per spiegare la teoria dell’effetto
serra potenziato in relazione al cambiamento climatico.
Si legge nell’articolo: “Sin dagli albori dell’era industriale, le
concentrazioni atmosferiche di diversi gas attivi dal punto di vista
radiativo (come i gas a effetto serra) sono aumentate in seguito alle
attività umane. Il riscaldamento radiativo derivante da questo
inavvertito esperimento ha messo in disequilibrio il sistema climatico
rispetto all’energia solare in arrivo.”

 

Mi riferivo proprio a questa sorta di involontario esperimento che
l’umanità sta realizzando in modo all’inizio inconsapevole, poi da
qualche decennio consapevolmente: da oltre un secolo, con l’avvento
della società industriale basata sull’uso di combustibili fossili,
stiamo immettendo in atmosfera grandi quantità di gas ad effetto
serra, come l’anidride carbonica, che hanno alterato il bilancio
radioattivo terrestre e il sistema climatico con conseguenze che non
sono ancora del tutto conosciute.

Altre fonti autorevoli in cui viene utilizzata questa metafora:

NATURE
https://www.nature.com/scitable/knowledge/library/the-global-climate-system-74649049
We are able to observe the planetary energy balancing act at work
thanks to the unintended experiment which humanity is conducting by
adding carbon dioxide to the atmosphere. Since CO2 is a greenhouse
gas, we would expect to see the following: increased energy trapping
in the troposphere, increased surface temperature in response, and
decreased temperature in the stratosphere.

SCIENCE
https://www.jstor.org/stable/1701595?seq=1#page_scan_tab_contents
Since the dawn of the industrial era, the atmospheric concentrations
of several radiatively active gases have been increasing as a result
of human activities. The radiative heating from this inadvertent
experiment has driven the climate system out of equilibrium with the
incoming solar energy

MEDIUM BLOG
https://medium.com/s/how-geoengineering-really-works/why-researchers-are-figuring-out-how-to-hack-climate-change-with-solar-shading-68c67b6a1964
Starting with the Industrial Revolution (or perhaps even earlier),
humanity began an unintentional manipulation of the climate of planet
Earth, turning up a thermostat we didn’t realize was within our reach.
The carbon dioxide pumped into the atmosphere by burning fossil fuels
has raised global temperatures, resulting in a host of harmful impacts.

Insomma, si tratta di una metafora che gli addetti ai lavori conoscono
bene. I complottisti non la conoscono. Mi dispiace aver creato tutta
questa confusione.

Antonio Raschi

Penso che non ci siano più le ragioni di parlare di Guerre climatiche, Raschi ha parlato di ben altra cosa…

Scusate ma essere ricercatore significa fornire alla comunità un maggior numero di informazioni VERE  o NO?

Prima di scrivere , vi interrogate su quanto ricercato? se le vostre deduzioni sono logiche? Bastava una semplice Email è avreste avuto maggiori informazioni e magari qualcosa cui imparare

Non pretendo di voler provare che trattasi di Bufale da complottisti scatenati in Catene di Sant’Antonio da social , ma di contribuire ad avere maggiori dettagli cui ragionare , Questo significa fare buona ricerca e distinguersi da chi cerca solo sensazionalismi da buttare in prima pagina alla ricerca di ” Vana Gloria” 

Il problema non sono le Scie Chimiche, ma ciò che viene irrorato nei nostri cervelli …riflettete e condividete

Ringrazio il Dottor Raschi per aver chiarito e ampliato il nostro magazzino di esperienze scientifiche

ignorante

Blogger per caso, ufologo per passione: "Il mio nome è stato citato in libri e svariati giornali come ufologo"... , con pochi mezzi a disposizione e tanta passione vuole analizzare, confrontare e capire tutto ciò che riguarda l'informazione con una ricerca a 360° . Non precludendo nessuna verità e non pretendendo nessuna verità , ma solo una opinione cui confrontarsi

2 commenti su “Le mie novità sulle dichiarazioni di Antonio Raschi riguardo “L’ esperimento Climatico ” nel corso di Porta a Porta””
  1. chiudi il sito che di informazione non conosci neanche il significato…
    anzi disinformi e delle bufale al massimo conosci le mozzarelle

    Conosci Jhon Brennan? guarda e impara (il video è del 2016)

    1. A Parte il fatto che in Italia esiste libertà di espressione quindi non deve essere lei a dire cosa fare al prossimo. In ogni caso io ho solo riportato affermazioni e spiegazioni del Dottor Raschi senza utilizzare inganni o trucchetti, rispettando l’onesta intellettuale di una persone talmente umile da interloquire con un ignorante come me che tra l’altro mi/ci ha spiegato il significato di metafora scientifica utilizzato in ambito scientifico.
      Disinformazione non significa ampliare conoscenze ricercando a 360 ,no significa invece riempire di balle internet con video ” tagliati” sbufalati anni orsono http://www.butac.it/capo-della-cia-le-scie-chimiche/ dove la giusta traduzione è :
      «Un altro esempio è la gamma di tecnologie, spesso denominate collettivamente come geoingegneria, che potenzialmente potrebbero contribuire a invertire gli effetti del riscaldamento globale sui cambiamenti climatici. Uno che ha guadagnato la mia attenzione personale è l’iniezione di aerosol stratosferico, o SAI, un metodo per seminare la stratosfera con particelle che possono aiutare a riflettere il calore del sole, più o meno allo stesso modo delle eruzioni vulcaniche.
      Un programma SAI potrebbe limitare gli aumenti della temperatura globale, riducendo alcuni rischi associati a temperature più elevate e fornendo all’economia mondiale un ulteriore tempo per la transizione dai combustibili fossili. Il processo è anche relativamente economico: il National Research Council stima che un programma SAI completamente implementato costerebbe circa $ 10 miliardi all’anno.» Si tratta di una affermazione di fattibilità di
      Un programma conosciuto di ricerche che nulla a che fare a con le scie chimiche ed esperimento mondiale cose che ho scritto già https://www.emilioacunzo.it/il-mio-dossier-sulla-scie-chimiche/“>dove tra l’altro riportavo : «Oggi si ritiene che i Cirri quelli naturali hanno la capacita’ di impedire che il 50% dei raggi infrarossi provenienti dalla tera vadano a scaricarsi comportando quindi un ‘aumento delle temperature valuta addirittura in alcuni casi di circa 10 ° C. mentre non ha evidente efficace nell’assorbire le onde provenienti dal Sole. Cosa ben diversa dai Cirri artificiali quelli creati dalle Scie di condensazioni , C’e’ una vasta letteratura riguardo a questi cirri provocati dalle scie ,(non ho citato le fonti perchè dovrei citare miriadi si siti riviste che concordano sul tutto , (In ogni caso questo Blog non vuole stabilire verita’ ma sollecitare una sua ricerca, pertanto vi consiglio di fare ricerche in internet per verificare se ho ragione) Cosi ‘ come Cirri Naturali hanno capacita’ notevoli di assorbire i raggi terrestri e quasi nulla nell’assorbire quelli solari, anche i Cirri derivati dall’espansione delle scie di condensa hanno una capacita’ di trattenere calore e’ quindi di aumentare l’effetto serra. Oltretutto a differenza di quelli Naturali i Cirri da espansione possono alterare la nuvolosita’ provocando piogge, hanno quindi la proprieta’ ,almeno locale, di alterare il clima sia aumentando la temperatura sia provocando pioggia, ma cosa incredibile e’ che questo fatto era risaputo gia’ nel periodo della seconda guerra mondiale dove le scie dei bombardieri provocavano precipitazioni anche di notevole entita’ In ogni caso vale la pena sottolineare che le scie di condensazione espanse si comportano di fatto come un gas serra»
      dite la verità un pò vi rosica avervi sbufalata l’ennesima stupidaggine..
      La disinformazione, bellezza mia è suscitare paura e allarmismo ingiustificato, occuparsi di cose con una cultura scientifica pari allo zero, del resto è sempre incredibilmente meravigliosa la frase di Umberto Eco« “Internet? Ha dato diritto di parola agli imbecilli: prima parlavano solo al bar e subito venivano messi a tacere” e Umberto Eco non credeva alle bombe climatiche- quindi faccia lei, ma soprattutto eviti di darmi del tu perchè sa io non sono democratico con chi non ha minimamente volontà di leggere quanto scritto da me e la scienza

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SOSTIENI IL BLOG CON: “UN MI PIACE”  😉

RACCOMANDATO
Tempo stimato di lettura: 3 minuti Il clima impazzito che…