Un Ignorante tra scienza e pseudoscienza
Tempo stimato di lettura: 6 minuti
Pseudo e Bufalite

S ono vecchio, oramai stufo di rispondere a delle provocazioni che mi arrivano anche non dirette precisamente a me , ma che coinvolgono la mia ignoranza: Secondo il professore  medico , docente di virologia e microbiologia Roberto Burioni, essendo un raccoglitore di noci(faccio questo mestiere con annessa bacchetta, grazie all’intuizione di mio padre che osservò, scientificamente, la mia inidoneità a zappare) io non dovrei, visto la mia crassa  ignoranza, parlare e scrivere, di  scienza. Ma  io amo troppo la Scienza come faccio s non parlarne;  Caro dottore si e’ fatto un nemico.

Prima di iniziare di parlare del caso Burioni , voglio puntualizzare una cosa  con il professore stesso, avviserò sulla sua pagina Facebook che e’ presente questo articolo che parla specificatamente di quanto da lui affermato , per permettere allo stesso ,eventualmente di controbattere cio’ che io sto per scrivere, anche su questo blog ed eventualmente per via legale, sia chiaro non credo di scrivere cose offensive, ma si sa in Italia le Querele vanno di moda…

Chi è  Roberto Borioni  ? e perché  ha suscitato tanto interesse sui mass Media?

Roberto Burioni, 53 anni, è famoso  immunologo all’ospedale San Raffaele e ordinario di Virologia all’università Vita Salute, e’ un eccellenza scientifica in ambito Italiano e internazionale,

Non solo come scienziato, ma anche come divulgatore gode di ottima fama osannato da giornali come ” il Corriere” e Repubblica, svolge la sua attivita’  di divulgatore anche con lo scopo di sconfiggere le atroci bufale riguardo i vaccini per questo motivo ha aperto una pagina Facebook dove spiega   in modo semplice  a mamme e papà perché è importante vaccinare i propri bambini. questo e’ quanto dichiarato dallo stesso a repubblica che trovate su questo link

Viene con tanto clamore alla ribalta dopo un post scritto sulla sua pagina  facebook sicuramente provocato da commenti xenofobi magari scritti dai cosiddetti troll che infestano i social

sotto potete leggere il post scritto dallo scienziato

Mi perdoni il mio ardire  mi rivolgerò virtualmente direttamente a lei, una specie di lettera aperta:

Mi scusi Professore, La sua pagina Facebook fa parte del social ovvero non e’ cosa separata dallo stesso.

Facebook per sua natura e a differenza della Scienza e’ democratico, nel senso che siamo tutti alla pari,  e’ stato creato per discutere amabilmente di cose futili e serie, Quindi se adopero questo social devo conoscere che parteciperò a discussioni con persone di diversi stati sociali e culturali.

Se poi voglio evitare che alcune persone infestano il mio pensiero, posso costituire sempre in Facebook un gruppo chiuso in cui scegliere chi deve partecipare , per esempio , professore, potrebbe per evitare che gli ignoranti rovinino la sua pagina chiedendo a chi fa richiesta di aderire al gruppo , magari, il  curriculum sugli studi effettuati(cosi si scrive? ah maledetto latino)

 

Scusi la mia presunzione, devo credere che  la sua pagina cosi’ come scritto su repubblica e’ stata creata per  aiutare i genitori nel fare la scelta giusta riguardo i vaccini , cercando di informare la gente ovvero smentire le bufale sui vaccini, bufale  che stanno provocando non pochi danni;  Scusi professore ma  le vuole diffondere queste cose in un ambiente dove queste cose già le conoscono?  e come se io per diffondere il Vangelo mi rechi in Vaticano, quanti nuovi cristiani potrei reclutare in Vaticano? Ci sara’ stato un motivo per cui missionari si sono recati in Africa ? e guardi questi mica hanno subito solo offese xenofobe, no hanno rischiato la loro testa?

Sconfiggere le bufale non e’ cosa facile, bisogna sporcarsi le mani, bisogna scendere in ” Miniera”

 

Il problema in questo suo Post  e’  il significato della frase “La scienza non e’ democratica, quindi per avere maggiore chiarezza ho letto  Il Fatto a questo link  che obbligo (questo blog non e’ democratico ) a leggerlo ; nel quotidiano si pubblicizza un ‘intervista del professore a  “Genetica Oggi” (Radio Cusano Campus)dove spiega meglio il concetto de la ” scienza non e’ democratica”

ovvero:

a scienza non è democratica” […]“Due più due fa quattro. E anche se il 99% della popolazione mondiale in una votazione dicesse che fa 5, continuerebbe ancora a fare 4. I dibattiti devono avvenire fra persone che conoscono gli argomenti. Stranamente questo è un concetto non accettato in campo scientifico, ma valido in campo sportivo , visto che non c’è mai un telecronista di calcio che non conosca la regola del fuorigioco“.

Per la serie le cose mie futili: caro professore , non poteva scegliere un paragone meno appropriato, il calcio  e’ la materia piu’ opinabile di questo mondo, ci sono state e ci sono tante discussione su fuori-gioco che neppure si immagina ,  fra gli sessi telecronisti e opinionisti, anche nell’evidenza della moviole.

Ae qualche opinionista userebbe il principio d’autorita’, rischierebbe il linciaggio da milioni e milioni di allenatori

Ma lasciamo la futilità inappropriata del calcio e passiamo alla Frase : La scienza non e’ democrazia

In poche parole andiamo  in un labirinto per spiegare la cosa più semplice del mondo Scientifico? ovvero che la scienza non e’ un opinione, ma attenzione perchè  la scienza non e’ opinione , la divulgazione no! e’ un opinione proprio perchè non e’ scienza.

La cosa sbagliata, a mio avviso, è mettere in contrasto dei termini di rara bellezza come Democrazia e Scienza, riducendo la democrazia a puro tele voto .

Proviamo a capovolgere la frase, professore e’ guardi come diventa oscena

La democrazia non e’ come la scienza

Io se scienziato mi sentirei offeso; perchè, la democrazia considerata come idea innata, quindi viva. non dovrebbe sentirsi altrettanto  offesa dalla frase da lei enunciata?

E’ proprio un ragionamento ce non mi garba proprio,creata, se non mi sbaglio, dal Grande Umberto Eco durante un ‘intervista.

Premesso che e’ sbagliato ritenere che  perchè uno si chiama Eco non possa aver affermato cavolate , sebbene e’ giustificabile proprio perchè  Eco e’ stato ed e’ un grande scrittore ,ovvero avrebbe accentuato o estremizzato un concetto per affermare anzi distinguere la scienza dalla Pseudo scienza ,non lo e’  quando  il concetto di non democrazia della scienza diventa virale ripetuto da Piero Angela e adesso da lei, in diversi contesti ;mi sembra che si stia un po’ esagerando quasi a seguire una moda da giovani, cose  proprio da social

Ma se proprio dobbiamo affrontare questo fatto, ma siamo sicuri che la scienza non e’ democratica?

Chi le ha detto, professore, che per la scienza valgono  i curriculum, i titoli, che  sebbene questi rappresentino un ottimo biglietto da visita , la Scienza dia importanza a questi?

Chi le ha detto che un esimio scienziato possa affermare sempre cosa esatta, mentre un umile bacchettaro di noci possa affermare solo stupidaggini ?

Per la scienza caro professore siamo tutti uguali : uno e’ uguale a uno

 

Tutti, Scienziati e non ,debbono sottoporsi al metodo scientifico, è il metodo scientifico ovvero la “meritocrazia” la base della scienza.

Veda professore la scienze e’ talmente democratica e umile che non da certezze , non da mai qualcosa di  definitivo, sempre pronta a smentirsi, ma ci vogliono i fatti, non le chiacchiere non i titoli…forse amo troppo la scienza ma non vedo idea piu’ democratica di essa

Adesso osserviamo questa sua frase che ho letto sempre su Il Fatto:

Non bisogna perdere il principio di autorità: quando si parla di un argomento, bisogna conoscerlo

Caro professore il principio di Autorità sia in ambito divulgativo ma soprattutto in ambito scientifico non bisogna ricordarlo , bisogna dimenticarlo, fatto consigliato da Galileo Galilei parecchi anni fa’ quando il principio d’Autorità, (chiamato in ambito scientifico principio di prestigio, per indicare un comportamento da pseudo scienza),  andava assai di moda  e veniva spesso usato contro la scienza democratica di Galilei . Ci sono tante invettive scritte contro Galilei, precisamente da studiosi di stampo Aristotelico, che in pratica cosi’ rispondevano alle proposte scientifiche del Pisano: “Caro Galileo, ma tu che sei un semplice artigiano costruttore di questo giocattolo a lenti, come osi dubitare sull’infallibilità’ della Chiesa e Sulla autorità del grande Aristotele…”

Meno male  che abbiamo seguito la scienza democratica di Galilei, se no a quest’ora altro che viaggi interplanetari

E poi professore smettiamola con la falsa regola che le stupidaggini o bufale nascono sempre al di fuori della scienza anzi dai non scienziati, Ma sa quante stupidaggini scrivono debunker, scienziati e divulgatori famosi ? stupidaggini persino pericolose, faccia una ricerca su questo tema rimarrà scioccato

Per esempio: ho conosciuto tramite web un ricercatore con tanti titoli che sostiene tesi sui vaccini, contrarie alle sue anzi a quello che e’ il metodo scientifico, ho provato a chiedergli quali fossero le prove scientifiche a corredo delle sue tesi. Indovini  qual’e’ stata la sua risposta?

Caro Ignorante io sono io , tu non sei nessuno.. mi ha ricordato il pricipio d’autorità

Non dobbiamo giudicare e sentenziare che esistono legioni di ignoranti (io sono uno di questi) che non dovrebbero avere diritto alla parola nel web .Ci sono milioni, al netto di razzisti, che vivono una profonda crisi, perche’ hanno perso fiducia nelle fondamenta della nostra societa’,nella politica, nelle istituzioni, nelle ideologie… vi prego non fate gli stessi errori dei politicanti ovvero creare caste inaccessibili, e chiudervi a riccio ; e’ normale che la gente poi vada nelle braccia ospitali della superstizione.

Professore, buon anno, mi auguro di non vederla in una fredda aula di tribunale, ma di fronte ad una fumante tazza di buon caffe’ da condividere in compagnia.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precauzioni per l'uso

QUESTO BLOG SI OCCUPA DI TEMATICHE UFOLOGICHE E MATERIE PSEUDO-SCIENTIFICHE, QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE
--------------------------------------------------------------------------------
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. IN OGNI CASO NON PUO’ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7.03.2001.

 

Ultimi Articoli
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA