Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Il cosiddetto Motore Impossibile EMDRIVE funziona, strano, ma funziona…

Non parliamo di dichiarazioni fatte da pseudo ricercatori, ma nientemeno da esperti della NASA, con tanto di pubblicazione su giornali scientifici , infatti su questo sito potete leggere tutto il  resoconto della misurazione del movimento del motore , notizia che ha meritato anche una citazione sull’ANSA

Il cosiddetto motore EMDRIVE ha un modo particolare di funzionare, ovvero viola le leggi fisiche conosciute, precisamente lo scienziato britannico Roger Shawyer ideatore del motore , nel 1999, sostenne che se si converte elettricità  in micro-onde e la si lancia  attraverso una cavità chiusa a forma di cono,  sulla superficie piatta all’estremità più grande del cono, si produce  proprio  una spinta.

Questa teoria venne ovviamente contrastata dai fisici, in quanto violerebbe due principi :

Il terzo principio della dinamica, secondo il quale ad ogni azione corrisponde sempre una uguale ed opposta reazione. Nel caso del EMdrive si sarebbe una reazione (la Spinta) senza un’azione

la legge della conservazione del momento angolare, che stabilisce che per muoversi in una direzione il propellente viene espulso nella direzione opposta.

Quindi il Motore non dovrebbe proprio funzionare, eppure su quanto stabilito da analisi dell NASA  il motore si sarebbe mosso di  1.2 ± 0.1 millinewton per kilowatt, Una bazzecola che potrebbe cambiare il nostro mondo,

Il grafico che mostra la spinta dell’EMdrive

Innanzitutto scoprire ilo motiv per cui riuscirebbe a violare i principi di cui sopra, sarebbe una rivoluzione scientifica, dal quale potremmo iniziare dei viaggi interplanetari, in quanto per arrivare sula luna, con questo motore impiegheremmo al massimo un paio d’ore, per Marte basterebbero 2 mesi e per il lontano Plutone, un anno.

Certo siamo all’inizio di qualcosa ancora da verificare, potrebbero , infatti essere stati fatti errori nell’analizzare la spinta, errori considerati anche nell’articolo pubblicato, ma già’ parlarne scientificamente di questo motore e’ una rivoluzione, se consideriamo che alcuni anni addietro era motivo di battute….

L’EM d’autore