Tempo stimato di lettura: 6 minuti

Basta! mi sono stancato di scrivere di queste fantomatiche sfere, vedremo tra un mese che fine avranno fatto.

Ritorno sui fatti di Roswell,precisamente su una scoperta fatta da un ricercatore tempo fa’, riguardo una foto. Un fatto rilanciato in questi giorni da  www.express.co.uk e www.dailymail.co.uk  ,

Prima di descrivere e analizzare questa vecchia scoperta ricapitoliamo i Fatti di Roswell se no è difficile capire:

Il 7 luglio 1947  si notano dei strani detriti in periferia di Roswell. L‘Otto luglio dopo alcuni sopralluoghi, l’ufficio stampa della base aerea di Roswell  comunica che un disco non identificato  e’ precipitato poco vicino Roswell, dopo poche ore arriva la smentita ufficiale dal Generale Ramey: Si trattava solo di un pallone meteorologico con i relativi bersagli radar in alluminio.

Una foto con lo stesso Ramey e i resti di allumino del pallone da certezza a questa ipotesi.

Nel 1944 dietro le pressioni del deputato Steven Schiff del New Mexico, l’Air force ammette che il pallone meteorologico e’ una copertura; In realta’ si trattava di palloni del Progetto Mogul, segretato in quanto utilizzato per spiare l’attivita’ test atomica della Russia.

La cosa strana e’ che proprio la foto citata sopra , più tardi, costituirà un elemento interessante a sostegno delle tesi complottistiche pro Ufo crash.

 

osservando la foto sotto notiamo infatti

La lettera nelle mani del Generale Ramey .

Questa lettera e’ stata una specie di Vaso di Pandora dell’Ufologia , scoprire cosa ci sia scritto rappresenterebbe prova scientifica  del crash Ufo di Roswell

Purtroppo dalla foto sopra della lettera, e’ difficile scoprire questo arcano mistero. Malgrado potenti macchine di  organismi governativi  degli stessi USA non si riuscì a decifrare granché’, fino a che, alla fine degli anni 90, il ricercatore  David Rudiak annuncio’ di aver decifrato gran parte del messaggio

Le frasi più indicative le troviamo sotto

Secondo Rudiak sarebbe un telegramma del Gen. Ramey al Generale Hoyt Vandenberg, capo di Stato dell’AAF, precisamente un memorandum inviato a  Vandenberg riguardo  ultimi aggiornamenti dei fatti di Roswell:

In questo memo, Ramey descrive ciò che è stato trovato ovvero parte di un disco delle vittime trovate in prossimità del relitto e la comunicazione di aver spedito le vittime e relitto a Forth Worth .

Kevin Douglas Randle nato nel 1949 è un degli ufologi piu’famosi, ex militare, giornalista e autore di 80 libri e’ considerato uno dei massimi esperti riguardo i fatti di Roswell, del New Mexico nel luglio 1947.

Non solo gli scettici, ma anche Ufologi come Kevin Randle e Barry Greenwood sono piuttosto contrari alla decifrazione di Rudiak

Molti sono i rilievi sostenuti da questi, ne illustrerò quelli che reputo più importanti:

Molti esperti compresi quelli dell’Air Force  con parecchi capitali e mezzi  piuttosto efficaci a disposizione  hanno tentato di decifrare il memo con scarsi risultati nella completezza dello stesso

Quindi sulla decifrazione di  Rudiak  sorgono dei dubbi, magari e’ ciò che egli vuole “vedere” piuttosto quello che realmente sta scritto

Secondo gli stessi, il documento non sarebbe un radiomessaggio ma un semplice testo contenente veline o lanci giornalistici, un documento nel quale,  il generale stava consultando i titoli di alcuni giornali circa i fatti di Roswell

Questo se provato, depaupererebbe  il fatto  che il generale e pentagono erano a conoscenza del crash UFO e stavano operando un Cover-up dei fatti.

Il documento in questione non avrebbe i canoni di un radio messaggio ovvero di un modulo per messaggio che di solito contiene gruppi ben precisi quale la qualifica per competenza, quello per conoscenza, gruppo data e ora…

sotto un esempio estrapolato da wikipedia

Molto differente dal memo di Ramey , oltretutto da cio che e’ stato decifrato da Rudiak lo stile della scrittura non e’ tipico di un telegramma che di solito usa per esempio la dicitura STOP per indicare un punto

Per esperienza personale non è possibile considerare il documento come modulo di messaggio ovvero come copia di ricevuta del messaggio inviato dal generale Ramey al Generale Hoyt Vandenberg, oltretutto il messaggio sarebbe dovuto essere depositato in archivio dopo  protocollazione, per una sua individuazione; Essendo materiale classificato dovrebbe essere ancora conservato , non risulta nessun documento negli archivi…

Per forma e stile di scrittura potrebbe essere non un messaggio, ma un memorandum inviato dal Ramey al generale Vandenberg , appunto un memo che ha una forma di scrittura diversa dal messaggio,  essendo un personale colloquio a distanza per iscritto, sotto un esempio di memorandum

molto simile al memo di Ramey sotto

 

 

Di solito per la consultazione di giornali si usa e si  usava la  rassegna stampa, un servizio che metteva in risalto stralci di articoli delle maggiori testati nazionali o locali  , in questo caso Ramey avrebbe fatto copiare ed estrapolare solo alcuni titoli dei fatti di Roswell? A che scopo fare questo lavoro?

Tutto cio’ lascia oggettivamente protendere la bilancia verso l’ipotesi memorandum

Ho provato anch’io a setacciare cosa sta scritto nel memo con software quale SmartDeBlur noto per aver chiarito il mistero dell’Alieno di  Jaime Maussan , i risultati sono stati molto scadenti, ho lasciato perdere!

Concentriamoci, allora su due frasi decifrati sui quali sembra comunque esserci una certa convergenza dei vari esperti  :

  1. THE VICTIMS OF THE WRECK  le vittime del relitto
  2. IN THE DISC THEY WILL SHIP   nel disco che spediranno

Quanto sopra sembrerebbe proprio che Ramey voglia alludere ad un UFO

Per qualcuno la parola DISC potrebbe indicare il pallone meteorologico

e le vittime sarebbe il riferimento di manichini attaccati al pallone per crash test

Sinceramente trovo queste ultime ipotesi piuttosto azzardate, nei vari messaggi, memorandum e altro riguardo rapporti di enti governativi di solito si usava il termino disc per indicare gli UFO e poi perche’ usare il termine vittima per indicare dei manichini?

Il problema e’ un altro,  bisognerebbe trovare certezza che quei caratteri usati nel memo  sono gli stessi utilizzati per scrivere  VICTIMS e soprattutto IN THE DISC

e’ molto difficile provare tutto questo , si potrebbe utilizzare il metodo al contrario di decifrare: Cioè sfocare parole presente in vecchi messaggi con caratteri utilizzati dalla stesso tipo di telescrivente per verificare se esiste una certa similitudine con il memo

la preposizione IN presente nel memo ha sicuramente similitudine con altre in presenti in memorandum della stessa epoca e copiati da una telescrivente simile come foto sotto

Questo IN e’ importante perché indica: nel disco ovvero all’interno del disco!

Vi ricordate il gioco enigmistico a numero uguale corrisponde lettera uguale?

ebbene possiamo utilizzare un modo simile, comparando i caratteri presenti nel memo che hanno similitudine collegandolo il tutto  poi ad un significato di senso compiuto

Proviamo con la lettera D di DISC presente in diverse parti del memo

 

passiamo alla lettera s

 

 

Per questione di spazio ho preso in riferimento solo due lettere ma voi potete continuare.

Sinceramente una certa similitudine di tutte le lettere S e D e’ palese.. se poi colleghiamo al senso compiuto della frase possiamo capire l’ottimo lavoro fatto da David Rudiak

Una particolare sfida fu’ lanciata da non so chi ,con compenso di 10000 dollari promesso a chi riuscisse a decifrare il memo , io penso che questi soldi bisognerebbe darli  a chi riuscisse a smontare le decifrazione del Rudiak…

Penso che lo studio dello stesso Ruidiak siano delle basi per accertarsi cosa stia scritto in quel memo ovvero accettare l’ipotesi UFO come cosa assai probabile.

il MEMO d’autore