Un Ignorante tra Scienza e Pseudo Scienza
Ultimi Avvistamenti

Avvistamento Ufo a Pomezia

Tramite il servizio WhatsApp nato per segnalazioni "leggere" ricevo da un testimone di un Avvistamento UFO s Pomezia cui metteremo le iniziali per proteggere la sua privacy G.R. ;« ...invio queste foto che allargando potrà esaminare meglio, da qualche giorno a Pomezia prov. Roma compare questa luce che pulsa e sembra costituita da una luce che gira come intorno un asse in precessione pulsando, nel tratto di cielo che vedo dalla finestra in cucina, mettendo il telefono su un cavalletto ...

Continua a leggere

Avvistamento UFO in provincia di Caserta alla Vigilia di Capodanno ?

Alla fine dell'anno ricevo una gradita sorpresa: una segnalazione di un avvistamento UFO vicino casa ovvero nel paese dove ho residenzaCosi mi segnalava un utente che vuole rimanere anonimoda G.S.: «ll giorno 31 dicembre di quest.anno esco di casa alle ore 6 30 circa per fare un pò di jogging passando per Piazza Bellarmino comunemente Piazza Mercato di Casapulla che lei probabilmente conosce. Casualmente nel cielo scorgo una luce che dapprima sembra immobile poi si muove lentamente da sinistra a ...

Continua a leggere

La telecamera della Stazione Internazionale Spaziale non ha ripreso nessun UFO, solo un rottame

Sono consapevole di aver trascurato la tematica ufologica , ma ho ritenuto necessario dedicarmi ha gli sviluppi relativi al nuovo coronavirusQuando è scoppiata anche mediaticamente l'epidemia ho previsto-ma non era difficile- il diffondersi di un panico che avrebbe sicuramente avuto influssi negativi proprio sul tentativo del contenimento del virus e quindi raccontarla con dati e notizie provenienti da fonti ufficilai mi è sembrato la cosa giusta-Così come indicare quelle bufale che grazie alla condivisione sui social sono diventate virale e ...

Continua a leggere

qui in cielo pronto a scattare

Il video virale dell' Ufo in California è un fake, ovvero solo un riflesso

Mi ha incuriosito un video che è diventato virale in rete pubblicato anche da  La Repubblica.it Video  che sotto potete ammirareRaccontiamo brevemente la storia dell'avvistamento : il 23 Luglio 2018 tale Douglas Benefield probabilmente impiegato nel sevizio di sicurezza notturna di un cantiere di Cathedral City, in California osserva nel monitor di un sistema di telecamera a circuito chiuso un oggetto che si alza in cielo per pochi attimi per poi sparire a velocità sostenuta "tipo fulmine" sebbene le riprese siano ...

Continua a leggere

Tempo stimato di lettura: 11 minuti
Altro

Con questo articolo non voglio insegnare come diventare un ” play boy” o un provetto venditore, bensì come difenderci da coloro che vogliono venderci qualcosa, siamo in tempi di crisi, non si può sprecare denaro , dobbiamo essere sicuri di aver acquistato ciò che ci serve e che sia realmente adatto a soddisfare le nostre esigenze.

E’ capitato almeno una volta nella vita di aver acquistato un prodotto e poi accorgersi che questi non soddisfi le nostre esigenze o addirittura qualcosa completamente diverso da ciò che intendevamo acquistare ma se questo non e successo non dobbiamo avere la presunzione che è un fatto che non ci capiterà mai, proprio perché tutti noi abbiamo delle debolezze cui il furbo di turno sfrutterà per ottenere un vantaggio, spesso quando siamo in contatto con un venditore (attenzione siamo tutti venditori) cerchiamo di capire, attraverso il suo linguaggio il suo modo di comportarsi, se dice la verità o meno, non sappiamo però che chi abbiamo di fronte probabilmente sa delle nostre intenzioni e che avrà attuato delle mosse atte ad annebbiare le nostre capacità percettive, e quindi anziche’ capire il venditore e’piu’ logico cercare di capire noi stessi al fine di individuare i nostri punti deboli.

Un importante strumento cui valutare è sicuramente il veicolo utilizzato è necessario per poter convincere una persona ad acquistare qualcosa, conquistare il cuore di una donna o procurarsi nuove amicizie, sto parlando ovviamente della comunicazione o linguaggio: è stato ed è materia di studio per la scienza che ha ricavato parecchie conoscenze atte a migliorare la società, d’altra parte questi studi sono stati utilizzati dall’industria il cui obiettivo ovviamente non è quello di migliorare l’umanità ma di ricavarne profitto economico. In questo caso dovremmo considerare la comunicazione come il veicolo utilizzato per trasmettere messaggi subliminali ovvero informazioni che il cervello assimila attraverso scritte, suoni o immagini nel suo inconscio, messaggi atti a far conservare inconsciamente nella mente dell’individuo immagini di prodotti, servizi ,idee politiche, filosofiche e religiose….atti cioe’ a condizionare le scelte degli utenti .

Per esempio tempo fa assistendo a programmi di reti televisive il volume del sonoro di quest’ultima variava al secondo dell’argomento trattato precisamente quando trasmettevano delle pubblicità queste avevano una sonorità maggiore rispetto al film o al programma interrotte da esse. Ovvero si utilizzava il senso dell’udito delle persone per poter immagazzinare nelle stesse alcuni prodotti commerciali a livello ovviamente di inconscio, per cui quando andavamo nei supermercati venivamo attratti da prodotti e non riuscivamo neanche capirne il motivo, il colore intenso di pubblicità televisive o cartacee agiscono allo stesso modo sviluppando le nostre sensazioni visive, alcuni slogan famosi ci rimangono nei nostri pensieri per tanto tempo senza capire allo stesso modo perché accada ciò.

Riteniamo in maniera errata che l’aspetto verbale ovvero le parole rappresentano il veicolo di comunicazione che maggiormente ci influenza o influenza le nostre scelte:

per esempio, “il Napoletano” è ritenuto come classica icona del “venditore” proprio per la sua proprietà di linguaggio, riteniamo cioè che grazie alla fatto che sappia parlare per ore e ore sia simpatico, riesca a vendersi o vendere qualsiasi prodotto, niente di più sbagliato:

la capacità del Napoletano come venditore sta nel fatto di utilizzare al meglio uno dei mezzi di comunicazioni più importanti, ovvero i movimenti del corpo, quali la gestualità delle sue mani fatta in una maniera così spontanea da dare fiducia al suo interlocutore, l’espressione facciale ovvero un sorriso non solo della bocca ma di tutto il corpo sfruttando tutti i muscoli, da fiducia, infine non meno importante è la tonalità del suo linguaggio, il dialetto napoletano appunto è bello e genuino soprattutto per la sua sonorità in poche parole e’ piacevole ascoltarlo come se si trattasse di musica.

In effetti studi scientifici ovvero linguistici hanno accertato che più del 90% della nostra comunicazione giornaliera è non-verbale .L’aspetto verbale ovvero le parole rendono efficace un messaggio solo per il 7% che altresi’ dipende per il 55% dai movimenti del corpo ovvero dalla gestualità delle mani, dalla posizione logistica assunta nei confronti del nostro interlocutore e soprattutto dall’espressione facciale quale un sorriso o un’espressione di disturbo:

Braccia incrociate rappresentano una difesa ovvero ostilità nei confronti di chi ci parla, affrontare il nostro interlocutore con il palmo della mano aperto rivolto verso lo stesso e’ un atteggiamento che influisce positivamente nei confronti della controparte, da sensazioni di onestà, al contrario del pugno chiuso o di mani nascoste che danno sensazioni negative, posizionarsi di fronte al nostro interlocutore significa un atteggiamento di sfida o voler attaccare o offendere il suo spazio. A tal riguardo dobbiamo considerare che ognuno di noi ha uno spazio che consideriamo inconsciamente nostro territorio che deve essere difeso abbiamo cioe’ una zona intima che varia da 0 a 50 centimetri, una zona personale da 50 cm ad 1 metro, una zona zona sociale da 1 m a 3 o 4 m e infine una zona pubblica oltre i 4 m, quindi un venditore esperto esperto predisporrebbe la sua posizione non di fronte ma a fianco del suo interlocutore, un atteggiamento di rispetto della zona dello stesso, diffidate quindi del venditore che ci affianca e che effettua movimenti delle mani palesemente scoordinati, quali quelli di accoglierci con le braccia protese in avanti e con il palmo della mano aperto nella nostra direzione, vi è mai capitato di accogliere amici con questa gestualità? a mò di chirurgo nell’atto di indossare i guanti sterilizzati. Le espressioni facciali sono le cose più difficili da controllare, ognuno di noi quando conversa e’ in preda a diversi tic o spasmi muscolari tipo: spalancare gli occhi. arricciare il naso muovere le pupille in alto, in basso, a destra o a sinistra, ma sono utilizzate da chi ci sta tentando di venderci qualcosa per capire il nostro carattere o le debolezze

Infine l’efficacia di un messaggio dipende per il 38% dall’aspetto vocale ovvero il volume ,il tono e il ritmo della voce; per esempio molte trasmissioni televisive a carattere satirico o comico ci mostrano personaggi famosi che si addormentano o sonnecchiano durante conferenze ,nell’ascoltare un oratore, riteniamo che questo fatto sia una colpa di chi ascolta, la scienza ci ha dimostrato il contrario ovvero che il nostro cervello mostra attenzione su un discorso per meno di 20 minuti ,dopo di che le parole danno solo fastidio provocando stanchezza e sonno, discorsi senza interruzioni per ore e ore, fatti con la stessa tonalità con lo stesso ritmo sono paragonabili alla ninna nanna utilizzata per addormentare i bimbi, ma efficaci con tutti senza considerare l’età, intelligenza e onesta della persona che ascolta.

È colpa quindi dell’oratore: dovrebbe innanzitutto posizionarsi non di fronte alla platea ma al centro della stessa, per stabilire una comunione con il pubblico ,divenire il centro d’interesse dell’assemblea, se ciò per questioni logistiche non è possibile, passeggiare tra il pubblico è un metodo simile, bisognerebbe interrompere il discorso con diverse pause al fine di far riposare il cervello di chi ascolta, sono importanti anche i silenzi per permettere il meditare su quanto ascoltato, variare l’ oggetto del discorso con argomentazioni differenti semplici e divertenti al fine di suscitare sorrisi che ben predispongono all’ascolto, alzare brevemente il tono o il volume della voce per sottolineare ovvero evidenziare la parte più importante del discorso, utilizzare materiale audiovisivo per variare e far meglio capire l’oggetto del discorso e infine l’oratore dovrebbe, al fine di coinvolgere la platea, rivolgere ad esso, delle domande aperte del tipo: chiedere un giudizio su quanto e’ stato trattato. In ogni caso a noi interessa come difenderci da costoro che impiegano tali mezzi, diffidate da coloro che durante un discorso alzano in maniera innaturale il tono della loro voce fanno battutine che non c’entrano nulla con quanto state trattando e soprattutto cercano di aprire il dialogo con domande aperte di tipo cosa ne pensate del mio prodotto e chiudono il dialogo stesso con domande chiuse che sono indirizzate esclusivamente a un sì o portano inesorabilmente al si; in questo caso il prodotto è stato acquistato, la vendita è riuscita.

Cosa incredibile e che non c’aspetteremmo di scoprire e che il linguaggio del corpo ha contribuito a cambiare la storia: Hitler e Mussolini capirono l’importanza del linguaggio del corpo, molti si domandano come sia stato possibile che milioni di persone abbiano dato credito alle stupidaggini che essi sostenevano, probabilmente cio’ fu’ provocato dalla crisi economica e dei valori che colpi’ l’Europa, in ogni caso se i milioni di persone che hanno aderito alle idee folli avrebbero studiato ciò che i dittatori sostenevano fuori dal contesto in cui venivano espressi, ovvero senza tutti gli effetti speciali che infarcivano i loro discorsi, con ogni probabilità avrebbero preso a calci questi dittatori, invece li hanno amati, seguiti trovato la morte e ucciso non per quello che hanno detto ma come lo hanno detto.

Il popolo tedesco dopo la prima guerra mondiale era in crisi ,depresso, con l’orgoglio ferito dalle conseguenze cui le grandi potenze vincitrici del conflitto, gli avevano inflitto, fu facile per Hitler sapendo che i tedeschi utilizzavano il senso dell’udito per assimilare i messaggi, utilizzare nei discorsi l’aspetto verbale , alzando la tonalità della voce al fine di imprimere nei tedeschi l’idea che il dittatore fosse l’unico in grado di dettare legge ovvero di alzare la voce nei confronti di quei stati che stavano umiliando il popolo tedesco.

Mussolini conosceva benissimo che gli italiani utilizzavano per assimilare i messaggi il senso della vista ,ovvero l’immagine influenzava parecchio le loro scelte, per cui curò particolarmente l’aspetto relativo alla gestualita’, era sua abitudine presentarsi al pubblico portandosi le mani ai fianchi richiamando la figura della madre massaia che in molte fotografie di vecchia data vediamo assumere la posizione con le mani giunte nei fianchi, posizione che vuol significare la volontà di provvedere a soddisfare i bisogni dei propri figli della famiglia e di difendere gli stessi ad ogni costo contro tutti, in questo caso Mussolini aveva richiamato o richiamava dall’inconscio l’idea di madre elemento fondamentale dell’educazione dell’italiano:: la madre e’ la persona cui avere più fiducia in quanto darebbe la propria vita per difendere i figli, quindi il dittatore era la madre degli italiani capace di provvedere ai loro bisogni e di difenderli eventualmente con il sacrificio della vita dalle barbarie dei cattivi stati.

Un altro elemento cui riflettere era l’indice della mano puntato a modo di accusa con il quale il Mussolini minacciava inconsciamente chiunque non la pensasse allo stesso modo indicando le punizioni che andava incontro colui che non credeva alla sua divinita’ creata ad hoc grazie al modo di posizionarsi nei confronti della platea durante i famosi discorsi di piazza Venezia, utilizzava il loggione, ovvero parlava da una posizione più alta rispetto alla platea, il tutto per acquisire una posizione dominante nei confronti della stessa, che per poterlo osservare, doveva guardare in alto accomunando l’idea che il dittatore essendo più vicino al cielo rispetto al loro era il tramite con cui conoscere il volere di Dio, uno stesso atteggiamento che riscontriamo nei vecchi sacerdoti che sviluppavano la loro omelia dal pulpito che nelle vecchie chiese si trovava in posizione più alta rispetto a quella dei fedeli, l’indice puntato dei sacerdoti rappresentava la condanna, ovvero il pericolo che poteva incorrere l’uomo nel non rispettare la volontà di Dio, questo gesto risultava piu’ significativo dell’omelia stessa, per cui noi giovani sprovveduti nell’atto di commettere il peccato piu’ piacevole cioe’ desiderare una donna, ci compariva l’immagine di quel dito che ci provocava inutili , stupide paure e brevi pentimenti .

Tutto questo è un esempio, atto a dimostrare la potenza del linguaggio del corpo e stabilire la necessita’ di sviluppare le opportune difese.

La scienza secondo la mobilità con cui l’uomo percepisce i messaggi ha stabilito tre diverse categorie: gli uditivi i visivi e cinestetici

L’uditivo ha come elemento fondamentale il suono, nel senso che collega questo, alla percezione dei messaggi, alla memoria al linguaggio del corpo ,quello verbale e vocale: il suo sguardo è rivolto di fronte lo stesso di casi della gestualità, ha un’andatura leggermente inclinata ed e’ tipico il gesto di chi sta al telefono usato con molta frequenza anche per indicare situazioni diverse da quello del telefonare, scelgono con particolare cura le parole da utilizzare, il loro ragionamento segue un filo logico ovvero procede passo dopo passo fino ad arrivare alla conclusioni finali frutto dei passaggi precedenti, il loro parlare e cadenzato ritmico e misurato, utilizza in pieno il tempo necessario per potersi spiegare, tende ad alzare o abbassare il tono della voce a secondo dell’importanza data all’oggetto del discorso, le pupille degli uditivi si indirizzano perlopiù verso le orecchie ;quando le pupille si trovano a destra probabile che egli stia ricordando episodi certi del suo passato collegati a un suono o un rumore, mentre se le pupille si trovano a sinistra è probabile che stia elaborando episodi immaginari o di fantasia, per cui è probabile in questo caso che stia in procinto di dire bugie, e’ abile nel ricordare numeri e date collegando il suono di quando vengono pronunciate, Usano verbi, sostantivi ed aggettivi legati all’udito. Volete conquistare gli uditivi? non interrompete il loro discorso, soprattutto non mettetegli fretta e cercate di seguire il filo logico del suo discorso.

Diverso è il caso del visivo dove l‘elemento fondamentale è l’immagine: ha un’andatura piu’ eretta rispetto all’udivo con lo sguardo rivolto verso l’alto, parla in maniera veloce quasi frenetica ,in quanto tenta di raggiungere la velocità delle immagini che sviluppano in successione nel cervello, il suo discorso è poco articolato nel senso che salta tutti i passaggi necessari per arrivare al concetto finale ovvero si concentra sul nocciolo della questione in maniera veloce e diretta, non bada troppo alla pronuncia o alla parola da utilizzare, per quanto riguarda il gestualità esegue i movimenti in orizzontale centrifughi e piuttosto ampi, il tono di voce è generalmente alto, utilizza aggettivi o verbi quali vedere, e’chiaro, osservato, tutti in riferimento ovviamente all’immagine o alla vista, le sue pupille quando parla di solito si trovano in alto a destra quando sta materializzando o sviluppando concetti reali, a sinistra se sta cercando di immaginare qualcosa per cui se osserviamo le sue pupille puntare a destra e’ sincero e viceversa a sinistra sta dicendo probabilmente una bugia.

Per andare d’accordo con un visivo non bisogna mai chiedergli delle spiegazioni riguardo i motivi o i passaggi che hanno portato lo stesso a sviluppare i concetti, bisogna andare subito al nocciolo della questione ed essere pronto a capirlo in maniera veloce

Il Cinestetico percepisce i messaggi attraverso il senso del tatto ovvero ragiona a sensazioni ricavate dal contratto fisico, nel suo discorso i concetti e passaggi utilizzati per svilupparli, sono poco importanti a differenza delle sensazioni che egli esprime, per cui il suo discorso sembrerebbe poco logico, di solito cammina con le spalle ricurve, con lo sguardo rivolto verso il basso ;il tono della voce e’ basso, poco ritmato con lunghe pause, utilizza espressioni quali: mi sembra che- ho il presentimento che, tutte relative a sensazioni, le gestualità del corpo quasi assenti ,tutte che mirano ad avere un contatto fisico con l’interlocutore, le pupille degli occhi di solito sono rivolte verso il basso, stesso discorso per quanto riguarda destra sinistra delle pupille così come il visivo e l’uditivo. Per andare d’accordo con il cinestetico bisogna parlargli delle sensazioni favorire il contatto fisico, tipo pacca sulla spalla, una calorosa stretta di mano è l’ideale per fargli una buona iniziale impressione.

Quanto sopra ovviamente non serve per capire se il venditore sta dicendo una bugia o verità in quanto conoscono benissimo le cose che ho elencato, per esempio se deve dire una bugia probabilmente indirizzerà le pupille verso destra.

In ogni caso possiamo utilizzare queste informazioni innanzitutto per capire a quale categoria apparteniamo e quindi valutare i nostri punti deboli, soprattutto per sviluppare un valido metodo di difesa ovvero celare le nostre caratteristiche al nostro interlocutore che non potendo più utilizzare questi strumenti dovrà per forza rilevare la reale qualità del prodotto o servizio che egli vende.

Concludendo, ribadisco il concerto iniziale :ho realizzato questo articolo per informare e fornire un valido strumento atto a valutare ciò che il venditore ci propone: potremmo allenarci osservando il politico di turno, il piazzista il divulgatore scientifico e non sotto un diverso punto di vista al fine di farci una dettagliata idea ciò che egli è e cosa sostiene, ma se avete la necessità di capire qual è il sistema migliore per rubare il cuore di una donna, conquistare amicizie o vendere un prodotto un servizio il miglior metodo è quello di essere sinceri, prima con se stessi e poi con gli altri.

Bisogna essere realmente convinti della qualità del prodotto (in tutti i sensi) che si vuole vendere in quanto la convinzione è elemento che non può essere creato artificialmente, ha permesso ad alcune religioni, idee politiche e filosofiche di espandersi rapidamente nel nostro pianeta, se Gesù non avesse avuto una straordinaria convinzione e fiducia di ciò che egli sosteneva, il cattolicesimo non avrebbe avuto tutto il successo che oggi ha. Vi saluto augurandovi buoni acquisti… attenti al lupo.

Il Cinestetico d’autore

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRECAUZIONI PER L'USO

Si avvisa il gentile lettore che questo blog dal 19 -SET-2019 ritorna ad occuparsi di ufologia,continuando, comunque ad affrontare novità scientifiche e pseudoscentifiche; SI RICORDA CHE QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE... CON AFFETTO

Ultimi Articoli
ULTIMI AVVISTAMENTI
I dossier del Blog
Archivi
Piu’ letti oggi

ULTIMO AVVISTAMENTO
Pensa a loro

Save the Children Italia Onlus

Banner vaccini
Contro ogni violenza verbale

Croce Rossa Italiana
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA  
Inviami il tuo avvistamento
segnallazioni Ufo
Avvistamenti storici per regione
L’angolo del ricercatore
Qui puoi verificare il passaggio visibile della ISS
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1.062 altri iscritti

Seguimi su Twitter
Visitor counter

visite febbraio 2018

Your IP: 100.24.113.182