Un Ignorante tra Scienza e Pseudo Scienza
Tempo stimato di lettura: 5 minuti

l Ciclo conoscitivo e’ o qualifica l’attività, viaggio o percorso atto a raggiungere o consolidare la conoscenza di un determina materia o argomento della stessa Prima di continuare a elencare descrivere e suddividere le fasi dei ciclo conoscitivo, Facciamo un passo indietro rivolgiamoci alla filosofia.

Precisamente ad Aristotele che fu il primo a dare un sistema logico al ragionamento attraverso il sillogismo: Esempio

1)Tutti gli uomini sono mortali

2)Berlusconi e’ un uomo

3)Berlusconi e’ mortale

L’esempio di sillogismo e di tipo deduttivo Cioe’ da una frase di carattere principale(1) ed empirica Ricaviamo (1 e 2) deduzioni, di particolari

La caratteristica e’ che la premessa deve essere vera.

1.Le prime 5 uova della scatola da 6 sono marce.

2.Su tutte le uova è stampata la stessa scadenza.

3.Anche il sesto uovo della scatola sarà marcio.

L’esempio invece di cui sopra e’ di tipo induttivo : (1 e 2) sono premesse vere in quanto esaminate, dalle quali abbiamo stabilito conclusioni su oggetti che non abbiamo esaminato(3)

il metodo induttivo e ‘utilizzato dalla scienza precisamente quella naturale, fisica e matematica Indica il percorso atto a raggiungere la formulazione di una legge scientifica(leggasi il capitolo termini scientifici) Fu’ Francis Bacon, italianizzato in Francesco Bacone, Filosofo e saggista inglese ad adattare il sillogismo al mondo della Ricerca Scientifica introducendo diversi nuovi elementi l’induzione

Bacone procede non per classificazione (enumerazione), come nella analisi aristotelica, ma per eliminazione, vaglia le ipotesi fino a giungere alla Vindimatio Prima(letteralmente significa Prima Vendemmia, prima ipotesi da verificare con l’esperimento) Per arrivare alla formulazione della teoria Bacone utilizza il metodo delle tavole:

La tavola della presenza o positiva che comprende tutti i casi dove si verifica il fenomeno Esempio il calore(fenomeno) e’ prodotto dal sole, dal fuoco, dai fulmini(casi)

Nella tavola dell’assenza o negativa abbiamo tutti i casi dove pur ritenendo o ipotizzando la possibilita’ di trovarlo, il fenomeno non e’ presente come, nel caso del calore ,esso non e’ presentenei dei raggi della luna, nella luce delle stelle, T

avola Delle Comparazioni( Dei Gradi): sono presenti i gradi in cui il fenomeno aumenta e diminuisce nel caso del calore, bisognerà inserire tutti i casi in cui si verifica un passaggio dal caldo al freddo.

Grazie al metodo delle tavole si introduce l’elemento osservazione dal quale si possono sviluppare la prima ipotesi. Si procede per inclusione(o Scelta) e esclusione

Lo scienziato esclude (cioè scarta) come forma o causa del fenomeno, le caratteristiche mancanti nella prima tavola, presenti nei corpi nella seconda, o viceversa.

La causa del calore non può essere la luce, perché la luce è presente nella tavola dell’assenza ma e assente nella prima. Lo scienziato, invece, sceglie come causa del fenomeno una natura sempre presente nella prima tavola, sempre mancante nella seconda, e con variazioni correlate a quelle del fenomeno nella terza(scelta)

Nel caso del calore, si può ipotizzare che la causa del fenomeno sia il movimento, che si trova quando il caldo è presente, manca quando il caldo è assente, aumenta o diminuisce a seconda della maggiore o minore potenza del calore.

Il ciclo induttivo dopo vari miglioramenti comprende non solo osservazione, l’esperimento e correlazione fra le misure, ma anche il modello fisico e naturale

Lo scopo della costruzione di un modello è quello di rappresentare, in modo più fedele possibile, un determinato fenomeno reale, al fine di poter effettuare previsioni sullo stato in cui si troverà il sistema nel futuro modello fisico

Processo mentale necessario a facilitare il compito di compilazione di una legge che esprime lo ‘sviluppo di un fenomeno, costituito dagli elementi di cui si conosce il funzionamento, e che si ipotizza possano costituire il comportamento generale del fenomeno studiato.

Il modello matematico: descrive, lo sviluppo di un fenomeno o di un sistema: fornendo dei dati in partenza (input) e con la restituzioni dei dati in uscita (output). Il modello sarà quindi efficace se l’output è prossimo alle misurazioni effettuate nell’osservazione del fenomeno reale costituito da più elementi concatenati, ognuno dei quali è descritto da un’equazione e’ caratterizzato dai parametri o grandezze non manipolabili che entrano in tale equazione.

Esso si dice identificabile appunto se è possibile determinare tutti i parametri delle equazioni che lo descrivono. alla fine del ciclo conoscitivo si può iniziare ad approntare una teoria per il fenomeno osservato.

Le critiche al ciclo induttivo: Famosa e’ la critica del filosofo inglese Bertrand Russell chiamata “il tacchino induttivista”. Russell osservò, che anche il tacchino americano, nutrito dal contadino con regolarità tutti i giorni, può arrivare a prevedere che anche domani sarà nutrito … ma “domani” è il giorno del Ringraziamento e l’unico che mangerà sarà l’allevatore grazie al tacchino Secondo il filosofo, l’induzione non ha robustezza logica, perché non si può formulare una legge universale sulla base di singoli casi; ad esempio, l’osservazione di uno o più cigni dal colore bianco non autorizza a dire che tutti i cigni sono bianchi; esistono infatti anche dei cigni di colore nero.

Secondo il filosofo e storico scozzese David Hume Il ragionamento induttivo è un modo ragionevole di formare credenze sul mondo: “Ci offre ottime ragioni per pensare. che il sole sorgerà domani, come ha fatto sempre” Ma cosa giustifica la nostra “fede” nella induzione? Quindi per Hume il principio di induzione non può essere giustificato razionalmente.

Infine il metodo induttivo ricevette parecchie critiche dal Filosofo Austriaco Karl Raimund Popper, il quale osservò che nella scienza non basta “osservare”: bisogna saper anche cosa osservare. l’abitudine ad osservare la ripetizione di un evento non può essere presa a fondamento per stabilire una connessione e una regola universale che esprima una qualsiasi necessità riguardante l’evento. I fatti sono individuali e specifici, nessuna osservazione del fatto specifico può fondare principi che generalizzano la singolarità degli eventi quindi l’osservazione non è mai neutra ma è sempre carica di teoria, quella che si vuole mettere alla prova. Secondo Popper, la teoria precede sempre l’osservazione: anche in ogni approccio presunto “empirico”, la mente umana protende inconsapevolmente a sovrapporre le proprie convinzioni alla realtà osservata. inoltre per Popper, gli esperimenti empirici non possono mai, “verificare” una teoria, possono al massimo smentirla in definitiva Popper stabilisce un limite nel quale stabilire la scienza dalla non scienza da qui il Popper individua un’ altro tipo di ciclo conoscitivo basato su un metodo deduttivo di falsificabilita’ che si differenzia dal ciclo induttivo soprattutto per l’osservazione e la sperimentazione l’osservazione non offre né costruisce teorie, deve avvenire in un momento successivo a quello della sua formulazione, e serve non a confermare ma a demolire la stessa La sperimentazione, a differenza di quella del metodo induttivo svolge una funzione unicamente negativa; cioè non potrà dire se una tesi è vera, può dire solo se è falsa.

Per cui non dovremmo piu considerare una tesi empirica, ma soltanto ritenerla più valida delle altre, se tale tesi resiste ai tentativi di confutarla per via deduttiva tramite esperimenti, da qui il carattere provvisorio delle leggi Una teoria si puo’ considerare scientifica se non teme la falsificazione, ma anzi accetta di misurarsi con essa. Invero quella che non accetta la prova non rientra nella scienza.

Le regole del metodo deduttivo di falsificabilita’ sono: formulare un’ipotesi; formularla in modo da prevedere alcune deduzioni o fatti, ricavabili dall’ipotesi iniziale; osservare se si produce l’evento previsto; se l’evento si verifica , la teoria non è confermata, possiamo accettarla solo provvisoriamente fino alla sua smentita Critici al falsificazionismo furono Hick Mitchell e Paul Feyerabend, semplicemente sostennero che il falsificazionismo sul piano puramente logico non puo’ demarcare una tesi scientifica da una non scientifica. Con il metodo del falsificazionismo e’ giustificato porre critiche ad una teoria, cosi e’ altrettanto lecito controbattere ad essa una controcritica: sul piano del metodo pertanto e’ difficile sostenere in modo oggettivo che una teoria non si sottoponga alla prova di falsificazione Il falsificazionismo rischia una deriva personalistica tale da provocare una tirannia scientifica, sempre che gli Scienziati preferiscono, come logica insegna, lavorare per realizzare teorie vere e non false.

Conclusioni I cicli conoscitivi sono un grande strumento per indirizzare gli scienziati su un giusto percorso conoscitivo, ma sostanzialmente non danno sicura certezza. N

ei due cicli conoscitivi descritti sopra, un elemento non e’ considerato: Lo scienziato. Cosi’ come l’uovo e la gallina Possiamo porre questa domanda chi e’ nato prima la scienza o lo scienziato La scienza e’ nata per necessita’ di sapere, per meglio adattare l’uomo alla natura e ai suoi pericoli Solo grazie all’ingegno, all’intuito e la logica del perche’ si e’ potuto scoprire il funzionamento di fenomeni naturali. Alle fondamenta c’e’ sempre un convincimento positivo o ottimistico che sebbene talvolta non e’ suffragato da realta’ oggettiva e’ necessario, per costruire un bagaglio di esperienze utile per avvicinarci alla verita’ . La non scienza e ’quella che non accetta il futuro e non capisce il passato usando in maniera errata Il metodo induttivo e deduttivo a mo’ di Bibbia. L’autore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRECAUZIONI PER L'USO

Si avvisa il gentile lettore che questo blog dal 19 -SET-2019 ritorna ad occuparsi di ufologia,continuando, comunque ad affrontare novità scientifiche e pseudoscentifiche; SI RICORDA CHE QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE... CON AFFETTO

regole per prevenire -clicca sull’immagine-

10 consigli per prevenire il nuovo coronavirus

Ultimi Articoli
ULTIMI AVVISTAMENTI
I dossier del Blog
Archivi
Piu’ letti oggi

ULTIMO AVVISTAMENTO
Pensa a loro

Save the Children Italia Onlus

Banner vaccini
Contro ogni violenza verbale

Croce Rossa Italiana
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA  
Inviami il tuo avvistamento
segnallazioni Ufo
Avvistamenti storici per regione
L’angolo del ricercatore
Qui puoi verificare il passaggio visibile della ISS
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1.067 altri iscritti

Seguimi su Twitter
Visitor counter

visite febbraio 2018

Your IP: 3.231.220.225