Tempo stimato di lettura: 3 minuti

E’ proprio vero oramai siamo CERN dipendenti ; pendiamo dalle sue labbra, del resto per conoscere la realta della’ fisica dell’Universo Sub-Atomico, non bastano cervelloni , ma necessita’ la presenza di Super-Macchinari , come chiavi , anzi randello, per aprire la porta di un mondo davvero strano , con Leggi Fisiche proprie completamente avulse da quelle che noi conosciamo .

Eravamo rimasti alla Cattura dell’Anti-Materia e il Bosone di Higgs, ed ecco che e’ sorta la necessita’ di andare otre alle nostre conoscenze , visto che oramai il Modello Standard e’ stato provato e validato, conoscendo tutto o quasi tutto del 4% della massa dell’universo.

Il problema e’ che il 23 % “occupato dalla materia Oscura” ci rimane praticamente sconosciuto, senza dimenticare il rimanente 73% che e’ inaccessibile alle nostre giovani menti.

Quindi viaggiare nell’Universo della Materia Oscura necessita’ una potente macchina mai vista prima , di conseguenza il CERN ha provveduto a rafforzare e quindi a realizzare la Macchina piu’ potente mai costruita dall’uomo : il ” Large Hadron Collider ” conosciuto forse meglio come LHC il superacceleratore del Cern di Ginevra ( una sorta di Autoscontro di Molecole ) capace di procurare Tozzi-Tozzi(collusioni) tra protoni accelerati all’ incredibile energia di 13 mila miliardi di elettronvolt piu’ o meno il doppio di quella che nel 2012 ha permesso “La cattura del bosone di Higgs.

 

Il 3 giugno protoni si scontrano a 13 teraelectronvolts potenza mai raggiunta (Image: ALICE)Il 3 giugno protoni si scontrano a 13 teraelectronvolts potenza mai raggiunta (Image: ALICE)
Il 3 giugno protoni si scontrano a 13 teraelectronvolts potenza mai raggiunta (Image: ALICE)

In questo momento incredibili crash test stanno sviluppando una quantità di dati che saranno analizzati dai vari gruppi di esperimenti, il primo passo sara’ quella di scoprire l’esistenza o meno delle Particelle Super-simmetriche che teoricamente spiegano la Materia Oscura, ma che ci hanno, fino adesso, negato ogni appuntamento.

La teoria della Supersimmetria semplicemente è una teoria che ipotizza una simmetria ovvero che ad ogni fermione e ad ogni bosone corrispondono rispettivamente un bosone e un fermione di uguale massa.

Teoria che ci permette di spiegare alcune discrasie con la teoria del Modello Standard ; infatti la Velocita’ delle galassie non trova aderenza nel Modello standard in relazione alla pochezza dell’energia equivalente alla massa visibile’, se non considerare la presenza di particelle Super-simmetriche che costituirebbero la materia oscura che darebbero la giusta energia per far girare velocemente le galassia…..inoltre ci sono mille e piu’ casi in cui si prevede la presenza di particelle Super Simmetriche, solo che esiste una variabile non indifferente, cioe’ non abbiamo ancora osservato nessuna di queste particelle, questo fatto alimenta molte domande, persino dubbi riguardo la loro esistenza, in questo caso, bisognerebbe di nuovo cercare spiegazioni per la materia oscura.

Qualcuno ipotizza che queste particelle non sono state osservati in quanto non avevamo strumenti idonei essendo le stesse maggiormente massive rispetto alle corrispondente , rompendo in questo caso l’equilibrio previsto dal modello Standard, da qui la necessita’ di rafforzare in modo impensabile l’ LHC .

Le Super Collisioni ci permetteranno di risolvere questo dilemma , entrando quindi in un universo di cui non si sa niente , un’avventura scientifica da pionieri che portera’ a dei risultati straordinari , questo e’ quello che crede il direttore generale del Cern, Rolf Heuer che ha dichiarato “un risultato fantastico. Adesso non dobbiamo avere fretta: i risultati non arriveranno domani, né fra una settimana, ma sicuramente arriveranno e saranno straordinari”

Vita permettendo , saro’ qui a commentarli, per adesso non resta che sognare

Il super simmetrico d’autore