Un Ignorante tra scienza e pseudoscienza
Tempo stimato di lettura: 4 minuti
Scienza

È sensazionale: non è Superman ad essere più veloce della luce, ma sono i Neutrini ad esserlo, battendo la luce per circa 60 nanosecondi (1 nanosecondo e’ pari ad un miliardesimo di secondo). Questo sarebbe stato provato nei laboratori scientifici del CERN in Svizzera e del Gran Sasso in Italia. Questa scoperta se confermata avrebbe il potere di rivoluzionare parecchie teorie riguardo la fisica, in primis quella di Einstain.

 Il neutrino è una particella elementare a carica neutra, per particella indichiamo in fisica, il costituente elementare indivisibile della materia, che non può essere ulteriormente divisibile.

Nel corso della storia si sono scoperte diverse particelle elementari, per cui si è reso necessario nel 2006 l’introduzione di un modello standard che ne descrivesse le caratteristiche

Le particelle elementari sono distinte a partire dallo spin(movimento angolare intrinseco associato alle particelle):

Bosoni: particelle con spin intero.

Fermioni: particelle con spin semi-intero.

I fermioni a loro volta si dividono al secondo dell’interazione debole o forte in: quark e leptoni

I leptoni soggetti ad interazione debole si dividono in tre classi (Elettroni, Muoni, Tauoni). Ognuno di questi tre e’ accompagnato da un corrispondente neutrone per cui abbiamo Il Neutrino Elettronico, Il Neutrino Muonico E Neutrino Tau.

L’esistenza del neutrino fu teorizzato nel 1930 dal fisico austriaco Wolfgang Pauli e dal fisico italiano Fermi che ne coniò il nome, tali teorie furono provate nel 1956, da Clyde Cowan e Frederick Reines che riuscirono per la prima volta a “catturare” dei neutrini .

I neutrini sono particolarmente presenti e abbondanti in natura ma il problema è che interagiscono debolmente con la materia, 50.000 neutrini possono attraversare un dito della mano senza lasciare traccia.

Proprio questo è uno degli elementi che comporta difficoltà nello studio di tali particelle che sono interessanti proprio per le loro caratteristiche: Sono o possono essere prodotte artificialmente da acceleratori, sono contenuti in natura in elementi quale Uranio e Radio, sono prodotti dalla collusione dei raggi cosmici con i nuclei degli atomi , sono emessi dal nucleo del sole durante il processo di fusione termonucleare, dall’esplosione delle SUPERNOVAE, che dopo aver esaurita la loro energia esplodono emettendo anche una enorme quantità di antineutrini.

Si ritiene che dall’origine del universo si sono prodotte grosse quantità di neutrini che sono sopravvissuti ad oggi. Poterli catturare e studiare sarebbe di fondamentale importanza appunto per avere maggiore certezza circa l’origine dell’universo, ma il fatto che questi abbiano perso gran parte della loro energia fa si che catturarne alcuni di loro è molto difficile.

Il modello standard di fisica prevedeva che queste particelle non avessero massa , ma studi recenti hanno dimostrato che i neutrini possono cambiare di categoria per cui un neutrino elettronico può passare nella categoria dei neutrini tau o viceversa, questa osservazione contrasta con quanto stabilito dal predetto modello. Da qui è facile comprendere che lo studio di questi neutrini rappresenta una fondamentale necessità per capire come sia strutturato l’universo essendo questi elementi fondamentali dello stesso.

Per poterli catturare, è necessario utilizzare rivelatori con una massa molto grande in ambienti in cui non possono essere confusi da altre particelle per cui laboratori sotto terra sono l’ideale.

Lo staff del progetto OPERA è riuscito attraverso meccanismi sofisticati a misurare la velocità dei neutrini comparando la stessa con quella della luce. La sorpresa è stata quella di vedere che i neutrini sono più veloci della luce. È ovvio che tale osservazione debbono essere verificate da altre esperimenti, in proposito si stanno aspettando i risultati dei laboratori in Giappone e America, in ogni caso il tutto è sottoposto alle critiche e alle verifiche del mondo scientifico. Se fossero confermate le osservazioni del cern si potrebbe verificare una rivoluzione della fisica.

Soprattutto la teoria della relatività di Einstein sarebbe messa in discussione. In ogni caso questa notizia porta a una situazione positiva, cioè lavoro per fisici matematici e vari, infatti sebbene non confermata tale ipotesi si sono sviluppate varie ipotesi riguardo la teoria di Einstein. Qualche matematico sostiene che in realtà bisognerebbe cambiare solo la costante del universo” la velocita’della luce.

Diverso è il parere di diversi fisici: la teoria di Einstein sostiene che nessun corpo può viaggiare alla velocità della luce o addirittura superarla, il fatto che venga dimostrato che esista qualcosa che riesce a raggiungere e superare la velocità della stessa luce, potrebbe mettere in dubbio la veridicità stessa della teoria di Einstein.

Non solo, ma questa se confermata teoria, potrebbe far screditare l’assunto assolutamente fondamentale per la nostra concezione di Universo circa: la causa non possa arrivare dopo l’effetto

alcuni sostengono, prendendo in considerazione studi del fisico Majorana, che in realtà i neutrini riuscirebbero a raggiungere è superare la velocità della luce in condizioni eccezionale per superare materie molto dense, in questo caso la teoria di Einstein non cadrebbe in contraddizione. Assistiamo quindi allo sviluppo di teorie che ovviamente devono essere tutte verificate , immagino che altre sorgeranno e molte cadranno, in ogni caso tale sviluppo è da considerarsi un fattore positivo.

La scoperta se confermata di neutrini più veloci della luce, provocherebbe una effetto positivo quale finalmente lavoro per scienziati in ogni caso sicuramente una scossa alla fisica che sembra attualmente ingolfata su dubbi e incongruenze difficili da risolvere. Potrebbe essere l’inizio di una diversa concezione di universo, finalmente si potrebbe trovare elementi di unione tra la relatività di Einstein con quella dei quanti. In pratica arrivare a definire una teoria del tutto con la quale integrare in maniera armonica anche quella delle stringhe. Mi chiedo in ultimo se la conferma di questa teoria renda felice tutti, ho l’impressione che qualcuno sia terribilmente infelice di queste novità abituati a godersi della loro comoda caverna. Chi canterebbe Vittoria?

sicuramente Einstein sarebbe il primo ad essere entusiasta di queste novità il fatto che la sua teoria venga migliorata o addirittura ritenuta errata non costituisce assolutamente motivo di ridimensionare la sua grandezza. Il grande Einstein è da considerare, comunque un padre della scienza moderna grande soprattutto nel farci innamorare della scienza. Che il sogno inizi…… Buon sogno a tutti.

L’autore più lento di tutti e di tutto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precauzioni per l'uso

QUESTO BLOG SI OCCUPA DI TEMATICHE UFOLOGICHE E MATERIE PSEUDO-SCIENTIFICHE, QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE
--------------------------------------------------------------------------------
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. IN OGNI CASO NON PUO’ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7.03.2001.

 

Ultimi Articoli
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA