Tempo stimato di lettura: < 1 minute

iniziamo con la sonda Rosetta, chiamata così non per ricordare vecchii Amori o personaggi di film neorealistici del grande De Sica. ma precisamente una stele egiziana la. cuii scoperta fu importante per tradurre i geroglifici Egiziani, si è risvegliata dal letargo pilotato dal tecnici europei dell’ESA durato 31 mesi,letargo necessario per risparmiare energia visto che ha percorso 800 milioni di kilometri per arrivare sino alla cometa 67/Tchourioumov-Guerassimenko. Circa alle ore 19.18 ha trasmesso il segnale di normale attività,ci vorranno 2 mesi per i controlli necessari. Dopo questi si avvicinerà alla citata cometa facendo poi atterrare il modulo Philae che oltre a scattare incredibili foto analizzerà la costituzione del suolo della cometa e il suo nucleo al fine di studiate l’evoluzione dell’universo e la creazione dei pianeti oltre che ricercare materie organiche fondamentali per la vita e perché no magari batteri alieni. Gli studenti del liceo Fermi di Padova   battono i pari età Americani in una gara particolare chiamata Zero Robotics, gara promossa dalla Nasa in collaborazione con il MIT di Boston e l’ESA . La sfida si è giocata virtualmente nella stazione orbitante dove gli studenti hanno inviato dei modelli realizzati per gestire e far compiere delle funzioni in pochi minuti a sfere orbitanti, veri e propri mini satelliti robotizzati, Complimenti ai nostri cervelloni