Un Ignorante tra scienza e pseudoscienza
Tempo stimato di lettura: 5 minuti
Avvistamenti del Passato

Una premessa: con questo articolo non voglio elencare o descrivere una bufala, ma stabilire definitivamente che un presunto avvistamento e’ stato oramai smentito .

Il motivo di questo articolo e’ semplice , proprio perché sembra logico poter attingere ad un database privo di cose false , ovvero scegliere tra avvistamenti qualitativi e non puntare su una quantita’ che talvolta e troppo gonfia di cose false, ricordandoci che i database servono agli Ufologi per studiare , per fare comparazioni tra avvistamenti , servono a chi , neofita, vuole capire l’ufologia strumento fondamentale che deve essere quanto piu’ preciso possibile proprio per accelerale la ricerca, che senso avrebbe invece ritardarla , cercando di capire che cio’ che e’ presente nel database e’ da verificare

Dando un occhiatina sul sito del Cun nella sezione news qui linkata ho visto tra i titoli uno che ripotava al famoso avvistamento di Genova del 1608

cattura

Precisamente pubblicizzava un sito in cui si parlava di questo avvistamento il sito in questione e’ Gialli.it e l’articolo che descrive l’avvistamento e qui linkato :

Si parla di quale e’ la nazione che possa vantare il primato del primo avvistamento, evitando alcuni eventi (secondo l’autore dell’articolo) dell’antichita’ cui non si ha documentazione certa

Grazie ad un lettore studioso di Ufo , si menziona l’episodio degli “Ufo di Genova” : secondo il lettore e lo stesso autore dell’articolo ci sarebbe un manoscritto provenzale che Giorgio Pattera, esperto Ufologo, cosi’ tradusse: “A tramonto del 5 Agosto 1608, gli abitanti di Nizza e Genova videro comparire in cielo tre forme luminose che si muovevano velocemente, puntando su Nizza.

Appena arrivati Giunte sulla fortezza, le luci si fermarono di colpo e scesero lentamente, compiendo delle evoluzioni che le portarono praticamente a pelo d’acqua. Sul mare”.

Le luci, si legge nel manoscritto avevano una forma piatta e allungata e recavano un ‘pennone’ al centro. Che dovrebbe essere una sorta di antenna. Emanavano una luce arancio/ocra.”

Prima di iniziare circa i Fatti di Genova  , voglio ricordare che il primo avvistamento documentato ovvero da persone che senza dubbio hanno una certa reputazione lo troviamo nel Prodigiorum liber di Giulio Ossequente , libro che descrive in modo analitico dal 249 a.C.fino al 12 a.C. difenomeni quali Terremoti , incendi , fulmini, previsioni di eventi nefasti, indicando persino il Console che governava nel periodo in cui si verificarono i fatti.

troviamo in Latino questa informativa:

Fax ardens Tarquiniis late visa subito lapsu cadens. Sub occasu solis orbis clipei similis ab occidente ad orientem visus perferri. In Piceno terrae motu domicilia ruinis prostrata, quaedam convulsa sede sua inclinata manserunt. Fremitus armorum ex inferno auditus. Quadrigae aureatae in foro a pedibus sudaverunt. Fugitivi in Sicilia proeliis trucidati.

che tradotto in Italiano (non da Me)

A Tarquinia si vide una fiaccola ardente improvvisamente scendere. Al calare del Sole si vide un oggetto circolare simile a uno scudo dirigersi da ovest a est.. Nel Piceno le abitazioni furono ridotte in rovine da un terremoto, mentre alcune rimasero inclinate nella loro sede sconvolta. Un fremito di armi fu udito dal fondo della terra. Le Quadrighe dorate nel foro sudarono nella parte inferiore. Gli schiavi fuggitivi in Sicilia furono trucidati in battaglia

Da quanto sopra si evidenzia un avvistamento Ufo molto simile a quelli che assistiamo oggi (forma discoidale) possiamo fare diverse ipotesi sul disco che attraversa il cielo , tra cui anche quello dell’UFO.

Un fatto documentato da un libro che e’ un diario di avvenimenti , mentre il Cun e il sito sopra linkato preferiscono descrivere come storicamente provati, i Fatti di Genova

Ma sono proprio veri i Fatti di Genova?

Ebbi a che fare parecchi anni fa con i Fatti di Genova , volendo fare una ricerca riguardo gli avvistamenti UFO pre 1947 al fine di verificare che il fenomeno Ufo non e’ una moda che inizia nei “tempi Moderni”.

Mi imbattei in un dossier di un ricercatore scettico che cercava di smentire ipotesi di UFO nei quadri medievali , molte volte aveva ragione, ma in altre torto marcio, fu’ questo il motivo di realizzare un articolo qui linkato per smentire alcune sue ipotesi.

Nel suo Dossier descrisse anche i fatti di Genova , dimostrandone che in realta’ non si trattava di avvistamenti ma di ben altro

Impossibile all’epoca dargli torto , leggendo le sue ragioni qui linkate anche voi sarete del mio stesso avviso

Nel dossier infatti veniamo a sapere che il libro dove e’ raccontato l’avvistamento di Genova e’ un opuscolo pubblicato a Troyes intitolato “DISCOURS au vrais des terribles et espouvantables signes apareuus sur la Mer de Genes”

immagine tratta da http://www.sprezzatura.it/UFO_Genova

immagine tratta da http://www.sprezzatura.it/UFO_Genova

 

Sembrerebbe che ci siano altre diverse traduzioni rispetto a quella fatta da Giorgio Pattera :

Il CUN Ligure riferisce che il 1608 nel mare genovese vengono visti affiorare fino all’ombelico esseri con figura umana e braccia coperte di squame con 2 serpenti volanti in mano. Molti colpi di cannone non sortiscono alcun effetto. Avvistati nello stesso periodo a Nizza “strani oggetti nel cielo che gettano sangue sulla terra” il 15 agosto Nel porto appaiono 3 carrozze ognuna trainata da 6 figure di fuoco simili a draghi con serpenti che lanciano urla spaventose. Le chiese si riempiono di supplicanti, vengono indetti digiuni e processioni.

Anche per Alfredo Lissoni c’e’ una traduzione differente dal Pattera:... Il quindicesimo giorno del detto mese, apparvero sul mare tre carrozze, tirate ciascuna da sei figure tutte in fuoco e con somiglianza di draghi, e correvano le dette carrozze tirate dai detti draghi, accompagnate da quelli che avevano sembianze umane con i loro serpenti attorcigliati attorno alle braccia e continuando i loro gridi spaventevoli……

In realta’ Lissoni , noto Ufologo e il CUN ligure fanno una giusta traduzione dell’opuscolo: non ci sarebbero stati delle luci voluminose , ma carrozze trainate da draghi e strani figuri,

questo e’ la parte originale in francese che ci interessa:

«Le quinzième Aoust apparurent sur ladite mer du port de Gennes trois carosses traînant chacune par six figures toutes en feu, en semblance de dragon.»

 

tradotto :

Il 15 Agosto sono apparsi sul Porto di Genova tre carrozze, ciascuna delle quali trainate da figure fiammeggianti che assomigliavano a Draghi

Fatto importante , proprio perché , difficile inquadrare carrozze come Ufo , soprattutto difficile che si sia potuto assistere a scene di draghi che tirano carrozze , possibile pensare che sia una storia inventata, non vi pare?

Lo scettico , infatti, consulta l’archivio storico di Genova, dove non risulta che in quegl’anni si siano verificati strani episodi..

Oltretutto confrontandosi con altri ricercatori viene a sapere che ci sono altri opuscoli co titoli e storie simili a quello di Genova quali :

– Les signes merveilleux et espouvantables apparus au ciel sur la ville de La Rochelle le 28 jour d’Avril dernier. Ensemble le combat de deux hommes en l’air, Paris , A. Champenois

– Discours espouventable et prodigieux d’une sultanne turquesque : laquelle a faict un monstre, sçavoir la teste d’elephant, les bras et jusques au nombril en corps humain, et depuis le nombril en bas en forme d’un bouc, lequel n’aquit le 27 février 1608, avec la prognostication du grand caliphe de Bandas, predisant la perte et ruyne de la plus part de l’empire turquois

– Description du grand, horrible, et effroyable meteore, et vision prodigieuse de deux armées en l’air au dessus de Chastel Charlon en la France Comté de Bourgogne le jeudy 8 du moys de mars 1590, par le seigneur Guyot Maillard

 

Insomma l’opuscolo intitolato “DISCOURS au vrais des terribles et espouvantables signes apareuus sur la Mer de Genes” non e’ una fonte storica, ma una specie di romanzo di avventura o horror fantascientifico molto in voga in quell’epoca chiamati Canard.

Ma non basta perché lo scettico avrebbe trovato anche la fonte che avrebbe ispirato il racconto di Genova precisamente:

le celebrazioni del matrimonio tra Cosimo de Medici e Maria Maddalena d’Austria, a Firenze nel 1608 dove sfilarono navi e carri allegorici che mostravano draghi idra e cerbero……

 

Si puo’ finalmente e definitivamente stralciare i Fatti di Genova dalla storia degli avvistamenti del passato ? che ne dite voi esperti del CUN ?

Fonti dalle quali ho attinto per quest’articolo :

http://www.sprezzatura.it/UFO_Genova/index.html

http://deliyannis.blogspot.it/2010/05/back-to-1608.html

http://web.tiscalinet.it/lareteufo/genova1.htm

Il Cerbero d’Autore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precauzioni per l'uso

QUESTO BLOG SI OCCUPA DI TEMATICHE UFOLOGICHE E MATERIE PSEUDO-SCIENTIFICHE, QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE
--------------------------------------------------------------------------------
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. IN OGNI CASO NON PUO’ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7.03.2001.

 

Ultimi Articoli
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA