Un Ignorante tra Scienza e Pseudo Scienza
Ultimi Avvistamenti

Avvistamento Ufo a Pomezia

Tramite il servizio WhatsApp nato per segnalazioni "leggere" ricevo da un testimone di un Avvistamento UFO s Pomezia cui metteremo le iniziali per proteggere la sua privacy G.R. ;« ...invio queste foto che allargando potrà esaminare meglio, da qualche giorno a Pomezia prov. Roma compare questa luce che pulsa e sembra costituita da una luce che gira come intorno un asse in precessione pulsando, nel tratto di cielo che vedo dalla finestra in cucina, mettendo il telefono su un cavalletto ...

Continua a leggere

Avvistamento UFO in provincia di Caserta alla Vigilia di Capodanno ?

Alla fine dell'anno ricevo una gradita sorpresa: una segnalazione di un avvistamento UFO vicino casa ovvero nel paese dove ho residenzaCosi mi segnalava un utente che vuole rimanere anonimoda G.S.: «ll giorno 31 dicembre di quest.anno esco di casa alle ore 6 30 circa per fare un pò di jogging passando per Piazza Bellarmino comunemente Piazza Mercato di Casapulla che lei probabilmente conosce. Casualmente nel cielo scorgo una luce che dapprima sembra immobile poi si muove lentamente da sinistra a ...

Continua a leggere

La telecamera della Stazione Internazionale Spaziale non ha ripreso nessun UFO, solo un rottame

Sono consapevole di aver trascurato la tematica ufologica , ma ho ritenuto necessario dedicarmi ha gli sviluppi relativi al nuovo coronavirusQuando è scoppiata anche mediaticamente l'epidemia ho previsto-ma non era difficile- il diffondersi di un panico che avrebbe sicuramente avuto influssi negativi proprio sul tentativo del contenimento del virus e quindi raccontarla con dati e notizie provenienti da fonti ufficilai mi è sembrato la cosa giusta-Così come indicare quelle bufale che grazie alla condivisione sui social sono diventate virale e ...

Continua a leggere

qui in cielo pronto a scattare

Il video virale dell' Ufo in California è un fake, ovvero solo un riflesso

Mi ha incuriosito un video che è diventato virale in rete pubblicato anche da  La Repubblica.it Video  che sotto potete ammirareRaccontiamo brevemente la storia dell'avvistamento : il 23 Luglio 2018 tale Douglas Benefield probabilmente impiegato nel sevizio di sicurezza notturna di un cantiere di Cathedral City, in California osserva nel monitor di un sistema di telecamera a circuito chiuso un oggetto che si alza in cielo per pochi attimi per poi sparire a velocità sostenuta "tipo fulmine" sebbene le riprese siano ...

Continua a leggere

Tempo stimato di lettura: 6 minuti
Scienza

L’ignorante ovvero colui che si ritiene tale cerca sempre di migliorare la sua condizione, davanti a teorie formule matematiche o principi scientifici ha delle difficoltà derivate dal suo grado culturale pertanto si rivolge ad un intermediario ovvero libri trasmissioni televisive riviste, siti Internet e divulgatori che gli descrivono con parole semplici ,concetti a lui incomprensibili, tutto ciò sviluppa o ha sviluppato in me un dubbio circa il fatto che questi intermediari diano la giusta spiegazione sempre che siano realmente in grado di darla di darla. Certo non bisogna generalizzare ma un pizzico di sano scetticismo fa sempre bene, non scrivo tutto ciò per offendere ma proprio per esperienze che ho avuto in passato.

Sono un appassionato della ricerca ufologica pertanto leggere la vita alle opere di Nicola Tesla rappresenta un obbligo morale oltre che necessario, precisamente è interessante per la ricerca ufologica il fatto che uno scienziato vedeva gli ufo e lui stesso sembra che abbia ricevuto dei messaggi radio provenienti da Giove di origine artificiale e non terreste, sono interessanti i suoi studi riguardo energie che si presume avrebbero visto il problema di raggiungere lontani .Leggendo le opere del semisconosciuto scienziato mi ha sorpreso il fatto che v la Corte Suprema degli Stati Uniti riconobbe la validità del suo brevetto numero 645576, riconoscendo lo scienziato come l’inventore della radio.

La cosa risulta alquanto strana in quanto fin dall’infanzia mi è stato insegnato dalla scuola dei libri da noti divulgatori, riviste ed ecc. ecc. che l’inventore della radio è il nostro Guglielmo Marconi… quindi un mistero che contraddice di chi non crede agli stessi ,paradossalmente un mistero creato non dal mondo della pseudoscienza , bensì da quello della scienza.

Tutto ciò mi ha spinto ad andare oltre al divenire un investigatore del mistero così come insegnatomi dal buon Roberto Giacobbo e vengo a sapere che

Aleksandr Stepanovič Popov con il suo ricevitore, il 26 marzo 1896 riuscì a trasmettere e a registrare, su una distanza di 250 m, il primo messaggio radio in alfabeto Morse, composto da due parole: Heinrich Rudolf Hertz.

Imoltre Reginald Aubrey Fessenden inventore canadese fu il primo a trasmettere un messaggio radio: da un’isola nel mezzo del fiume Potomac. Il messaggio diceva: “Uno, due, tre, quattro, nevica lì dove siete Voi, signor Thiesen? Se sì, volete telegrafarmi”? Ad un chilometro, Thiesen rispose…

Fessenden fu’ il primo a scoprire che le onde sonore potevano essere trasmesse ad alta frequenza, è qui cerchiamo di smentire un altro mito derivato da un noto divulgatore anche televisivo che sostiene il fatto che fu Marconi ad aver inventato i radar, sebbene lo scienziato italiano ritenesse importante sviluppare questo sistema a scopi militari, il padre del sistema radar fu proprio il già citato Reginald Aubrey Fessenden che inventò un sistema di comunicazioni sottomarine, che permetteva di scoprire l’artiglieria nemica e di localizzare i sottomarini nemici ed anche un apparecchio per misurare la profondità oceanica, che chiamò “phantometer”.

A questo punto il Socrate di Platone esclamerebbe: che fortuna oggi cercavo un inventore della radio e ne ho trovati addirittura tre.

È ovvio che tutto questo strano miscuglio rende difficile il conoscere esattamente chi e’ stato l’inventore della radio tanto che è stata causa di diatriba fra due gruppi ben distinti: coloro che sostengono come fosse un fondamentalismo il fatto che il Marconi sia stato l’unico inventore della radio divinizzandone la figura, è coloro che avendo scoperto o avendo fatto un percorso simile a mie ritiene che Marconi si sia appropriato di qualcosa non suo, in questo caso vi è un notevole ridimensionamento per non parlare di dileggio del grande Marconi.

Per poter stabilire la verita’ e’ giusto andare a verificare le motivazioni riguardo il premio Nobel vinto da Marconi il 10 dicembre 1909, : “… a riconoscimento del contributo dato allo sviluppo della telegrafia senza fili”.

una motivazione che porta a ritenere che in realtà il Marconi non avesse inventato la radio, avrebbe soltanto (per modo di dire)dato un fondamentale contributo alla telecomunicazione

penso di avermi fatta un’idea precisa su questa diatriba ma cerco autorevole conferma da quanto sostenne un eccellente e indimenticabile giornalista quale era Enzo Biagi che su Marconi sosteneva che:

“La vera invenzione di Marconi fu l’applicazione ad un apparecchio già collaudato da altri, e specie dal russo Popov”.

Queste considerazioni peraltro contrastate dagli sacerdoti del Marconi erano quello che danno maggior senso a cioè che in realtà fosse questo grande personaggio.

Marconi fu un eccellente fisico?

In realtà Marconi ebbe come insegnante di una certa fama ,soltanto il fisico matematico Vincenzo Rosa cui ne divenne suo aiutante, da ciò si desume che l’inventore non avesse nessun titolo di studio o avesse frequentato delle scuole dalle quali si può dedurre per certo conoscenze di fisica o matematiche di spessore, per ovviare a questa limitazione i sacerdoti dello stesso inventarono coniarono la parola di specializzazione nella fisica, cosa assolutamente assurda, in ogni caso e’ abbastanza evidente che il Marconi non avesse particolare conoscenza per quanto riguarda la gravità la fisica quantistica o relatività e’ difficile poter identificare il Marconi come collega di NewtonErwin Schrödinger o Niels Bohr e sarebbe stato interessante capire il suo atteggiamento a confronto di calcoli matematici piuttosto complicati quali quelli elaborati da Albert Einstein.

Marconi fu un gran inventore?

Al di là di tutto fu il russo Popov a inventare le prime antenne, e se non vogliamo credere a questo, Tesla aveva comunque un brevetto, quindi sostenere che Marconi fosse un grande inventore mi sembra definizione poco credibile.

Ma allora dove sta la grandezza di Marconi?

per poter rispondere a questa domanda bisognerebbe conoscere e fare una netta separazione fra la scienza e tecnologia:

Lo scienziato è colui che studiando il fenomeno fa delle ipotesi che una volta verificate come vere aumentano le nostre conoscenze, diverso il discorso dell’inventore che potrebbe essere anche scienziato nel senso che la cosa inventata viene creata proprio per dare certezza alla scienziato riguardo le sue ipotesi.

L’inventore può anche non essere scienziato ovvero basandosi sulle conoscenze sviluppate dagli stessi può realizzare per svariati scopi uno strumento , infine esiste una terza categoria che io considero vere e proprie menti geniali coloro che pur non avendo conoscenze scientifiche pur non avendo inventato lo strumento stesso riescono a capire o hanno un’idea di come questo strumento inventato possa essere meglio utilizzato e dare enormi vantaggi all’umanità sono questi che in definitiva hanno cambiato o accelerato l’evoluzione intellettuale dell’uomo; a questa categoria appartiene il Marconi, ebbe cioè la grande idea ovvero di capire come la radio poteva essere sfruttata per usi pratici.

Grazie a Marconi il mondo diviene più piccolo ovvero le distanze vengono ridotte, scienziati ma anche qualsiasi persona possono attingere o condividere in tempo reale alle informazioni un processo che avrebbe significativamente accelerato la già citata evoluzione intellettuale tecnologica dell’uomo un esempio di quanto sto dicendo fu quello del pomeriggio del 12 febbraio 1931.

Quando alle ore 16,49 il Papa Pio XI grazie al Marconi pronunciò in latino il primo radiomessaggio e , in collegamento diretto con le più famose città del mondo, incredibile… i cristiani residenti nelle più disparate parti del mondo potettero ascoltare simultaneamente le parole del loro Papa. ritengo che il vero inventore dal punto di vista concettuale della televisione della telefonia mobile, di Internet con relativi e moderni social forum sia stato proprio il grande Marconi

Pertanto lo stesso appartiene alla categoria sovranazionale di geni che hanno cambiato la nostra storia per tale motivo può essere affiancato a personaggi come Einstein. è incredibile ritenere che lo stesso inventore che tutti noi in età scolastica abbiamo considerato alla pari di altri grandi personaggi come qualcosa di vecchio sia in realtà eternamente giovane.

Attribuire allo stesso titoli che forse non gli appartengono quasi a farlo divenire una divinità non aiutano i nostri giovani a capire chi fosse in realtà lo stesso e soprattutto rendono difficile riuscire a fare intendere agli stessi cosa è la scienza e la tecnologia forse questo è il vero motivo per cui abbiamo odiato e ancora adesso molti giovani odiano la scienza? forse spiegando in modo reale la scienza e personaggi di questa si potrebbe fare amare questa disciplina che non è cosa vecchia ma assolutamente giovane.

Le nostre conoscenze e le conseguenti invenzioni non sono dovute al caso nel senso che un giorno una persona si sveglia ed esclamando Eureka inventi o scopra qualcosa di nuovo, ma da un lungo processo in cui per piccoli passi molte persone partecipano anche con i loro errori, per esempio alla base dell’invenzione della radio ci sono persone come Faraday, Maxwell, Hertz, Branly, Popov tanto per citarne qualcuno e lo stesso principio concettuale di Marconi nel corso degli anni è stato migliorato e puo’ essere migliorato…

solo dopo aver capito il senso della scienza è tecnologia possiamo affermare che Marconi è il vero padre della radio in quanto nessuno prima di lui nessuno aveva pienamente capito cosa questo strumento era in grado di realizzare, del resto si può affermare che il vero padre non è colui che concepisce il bambino ma colui che lo cresce

in definitiva ci dovremmo chiedere quali siano le reali conoscenze di un bambino italiano riguardo la scienza rispetto al corrispettivo inglese francese spagnolo ed ect ect: forse questa è lil motivo per cui il nostro sistema scolastico la cultura generale è in declino?

Il convinto Marcon-ista d’autore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRECAUZIONI PER L'USO

Si avvisa il gentile lettore che questo blog dal 19 -SET-2019 ritorna ad occuparsi di ufologia,continuando, comunque ad affrontare novità scientifiche e pseudoscentifiche; SI RICORDA CHE QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE... CON AFFETTO

Ultimi Articoli
ULTIMI AVVISTAMENTI
I dossier del Blog
Archivi
Piu’ letti oggi

ULTIMO AVVISTAMENTO
Pensa a loro

Save the Children Italia Onlus

Banner vaccini
Contro ogni violenza verbale

Croce Rossa Italiana
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA  
Inviami il tuo avvistamento
segnallazioni Ufo
Avvistamenti storici per regione
L’angolo del ricercatore
Qui puoi verificare il passaggio visibile della ISS
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1.062 altri iscritti

Seguimi su Twitter
Visitor counter

visite febbraio 2018

Your IP: 18.234.255.5