Avvistamenti ufo Abruzzo

Tempo stimato di lettura: 2 minuti

3/04/48, 06:35, Fara di Cigno (CB) Un autista in servizio di trasporto treno-paese, osservò nel cielo terso, una cosa circolare “come un ombrello aperto senza manico” di colore arancione luminoso che procedeva da est ad ovest ad una velocità di circa 60 chilometri orari.

27/04/61, Pescara. Giornalista con la macchina ferma per avaria mentre percorreva la SS 16 Adriatica, fu attirato da un punto oscuro sul mare, un oggetto di forma ellittica oscillava stranamente sotto le nubi verso sud-est Il colore era grigio-opaco e non rifletteva luce. Altri due oggetti scuri poco diversi dal primo si avvicinarono ed oscillarono di fronte al testimone che scattò svariate fotografie. Infine dopo l’emissione di lampi da parte degli oggetti che sembravano dirigerli verso di lui, sparirono in lontananza.

16/04/77, Notte, Cologna spiaggia. Su un peschereccio, marinaio, dopo aver scorto un forte bagliore, vide scendere dal cielo delle “barre luminose” che, scesero velocissime scomparendo nel mare.. Prima di sparire, assunsero un colore scuro. La mattina dopo il mare apparve con strane striscie rosse e parallele distanti un centinaio di metri l’una dall’altra e lunghe circa un chilometro. L’acqua sembrava ribollire a causa di infiniti rettangolini e quadratini argentati che comparivano ad una ventina di centimetri sotto il livello del mare. Per qualche giorno, i marinai di questa ed altre imbarcazioni che si trovavano in quella zona di mare, accusarono notevoli disturbi come mal di testa, stanchezza ingiustificabile ed escoriazioni cutanee che furono assai difficili e lunghe da eliminare.

20/12/78, Campotosto radioamatori, assistettero ad una luce molto intensa L’oggetto illuminò la campagna circostante per poi scomparire a sud-est, verso le cime del Gran Sasso. Gli osservatori furono turbati da un senso di Vomito

6 novembre 1978 Pedaso, Grottammare, Giulianova e Tortoreto, Ortona a Mare, Porto d’Ascoli, Cupra Marittima, Pesaro ed altre località confinanti, furono teatro di avvistamenti di globi rossi

16/12/78, 02:30, Francavilla. Un abitante di un vecchio stabile, nel far ritorno a casa su di un motorino, incontro degli esseri strani che cosi’ descrisse ” occhietti tondi e piccoli, le braccia dietro la schiena;; le loro gambe erano rigide per mancanza delle ginocchia, le caviglie erano senza ossa. vestiti con una tuta bianco che sfumava nel verde , calzoncini alla zuava,. Intorno alla testa portavano una calzamaglia, che aderiva al mento e nascondeva le orecchie;, tentò, di offrire loro una sigaretta. Infine, producendo un lampo verdastro ed accecante, scomparvero

23, gennaio 2011 Alfedena Tre persone, fra cui un ex ispettore capo della Polizia in congedo, hanno segnalato ieri sera, poco prima delle ore 20, la presenza di un oggetto luminoso non identificato nei pressi della Villa Comunale di Civitella, piccolo comune dell’aquilano ai piedi del Parco Nazionale d’Abruzzo.

L’oggetto compiva scatti repentini in quattro direzioni. La posizione esatta sarebbe sopra il Monte Greco, a ridosso di Barrea e Roccaraso.

30 03 2011 assessore alla cultura del Comune di Giulianova Luciano Crescentini ,assieme ad altri tre suoi amici, ha avvistato al largo di Giulianova un oggetto triangolare con ai vertici i tre globi luminosi