Un Ignorante tra Scienza e Pseudo Scienza
Ultimi Avvistamenti

Avvistamento Ufo a Pomezia

Tramite il servizio WhatsApp nato per segnalazioni "leggere" ricevo da un testimone di un Avvistamento UFO s Pomezia cui metteremo le iniziali per proteggere la sua privacy G.R. ;« ...invio queste foto che allargando potrà esaminare meglio, da qualche giorno a Pomezia prov. Roma compare questa luce che pulsa e sembra costituita da una luce che gira come intorno un asse in precessione pulsando, nel tratto di cielo che vedo dalla finestra in cucina, mettendo il telefono su un cavalletto ...

Continua a leggere

Avvistamento UFO in provincia di Caserta alla Vigilia di Capodanno ?

Alla fine dell'anno ricevo una gradita sorpresa: una segnalazione di un avvistamento UFO vicino casa ovvero nel paese dove ho residenzaCosi mi segnalava un utente che vuole rimanere anonimoda G.S.: «ll giorno 31 dicembre di quest.anno esco di casa alle ore 6 30 circa per fare un pò di jogging passando per Piazza Bellarmino comunemente Piazza Mercato di Casapulla che lei probabilmente conosce. Casualmente nel cielo scorgo una luce che dapprima sembra immobile poi si muove lentamente da sinistra a ...

Continua a leggere

La telecamera della Stazione Internazionale Spaziale non ha ripreso nessun UFO, solo un rottame

Sono consapevole di aver trascurato la tematica ufologica , ma ho ritenuto necessario dedicarmi ha gli sviluppi relativi al nuovo coronavirusQuando è scoppiata anche mediaticamente l'epidemia ho previsto-ma non era difficile- il diffondersi di un panico che avrebbe sicuramente avuto influssi negativi proprio sul tentativo del contenimento del virus e quindi raccontarla con dati e notizie provenienti da fonti ufficilai mi è sembrato la cosa giusta-Così come indicare quelle bufale che grazie alla condivisione sui social sono diventate virale e ...

Continua a leggere

qui in cielo pronto a scattare

Il video virale dell' Ufo in California è un fake, ovvero solo un riflesso

Mi ha incuriosito un video che è diventato virale in rete pubblicato anche da  La Repubblica.it Video  che sotto potete ammirareRaccontiamo brevemente la storia dell'avvistamento : il 23 Luglio 2018 tale Douglas Benefield probabilmente impiegato nel sevizio di sicurezza notturna di un cantiere di Cathedral City, in California osserva nel monitor di un sistema di telecamera a circuito chiuso un oggetto che si alza in cielo per pochi attimi per poi sparire a velocità sostenuta "tipo fulmine" sebbene le riprese siano ...

Continua a leggere

Tempo stimato di lettura: 9 minuti
I Miei Dossier

Lunedì del 5 agosto, circa alle ore 7.30 la sonda Curiosity dopo sette minuti di terrore per i tecnici della Nasa atterra su Marte e Barak Obama puo’ finalmente annunciare: “un exploit tecnologico senza precedenti . Gli Stati Uniti, hanno fatto la storia”.

A detta di molti questo rappresenta un evento talmente importante secondo forse solo all’arrivo dell’uomo sulla luna, prima di capire i motivi di tale affermazione soprattutto perche’ è stata lanciata tale sonda e in definitiva cosa cerca, cerchiamo di scoprire cosa è:

Può essere considerato il più grande e sofisticato laboratorio ad essere inviato su un altro pianeta, Curiosity ha le dimensioni di un’auto di media cilindrata e pesa 900 chili

le strumentazioni di cui e dotata sono davvero all’avanguardia : due telecamere che oltre ad aiutare i ricercatori a pilotare il rover , permetteranno di osservare dall’alto e a colori, la superficie marziana, una specie di lente di ingrandimento per ingigantire al massimo la visuale del suolo marziano, puo’ fotografare parte di terreno di dimensioni di appena 12 millesimi di millimetro, uno spettrometro di massa, uno a laser e un gascromatografo necessari per analizzare i campioni prelevati dal suolo alla ricerca di idrogeno, ossigeno, carbonio e azoto. Uno strumento sparerà fasci di neutroni per misurerà la velocità con cui questi vengono riflessi al fine di rilevare la presenza di idrogeno e quindi l’acqua. “Il RAD”

che servirà a capire la quantita’ di radiazioni cui è sottoposta la superficie marziana, e quella a cui sarebbe esposta un’ipotetica spedizione umana. Infine non poteva mancare una stazione meteorologia per misurare temperature, umidità, pressione atmosferica e venti.

Come è arrivata su Marte?

E’ partita dalla Terra il 26 novembre 2011 impiegando circa 8 mesi per coprire una distanza di 250 milioni di chilometri viaggiando alla velocità di circa 800.000 km al giorno e 20.000 km all’ora. Entrando nell’atmosfera di Marte a circa 120 km dal suolo ha ridotto la velocità prima scendendo sotto 6 km/s poi riducendo ulteriormente a 3,5 km/s ; per ridurre ulteriormente la velocità ha utilizzato un paracadute di dimensioni titaniche, forse il più grande costruito, per finire e quindi atterrare ha sfruttato una specie di gru composta da quattro razzi che grazie al quattro corde di nylon l’ha sceso fino al suolo

a questo punto cerchiamo di capire il motivo per cui è stata lanciata soprattutto a che cosa serve:

il motivo principale che difficilmente troverete elencato in altri siti, blog, riviste, televisioni ed altro e’ sicuramente di tipo politico ed economico, paragonando questo evento al primo sbarco dell’uomo sulla luna: A Cos’è servito questo sbarco? da un punto di vista scientifico poco e nulla, se non qualche sasso da analizzare, tanto che dopo un po’ di tempo le missioni lunari cessarono del tutto come finirono studi particolari del nostro satellite naturale, ma dal punto di vista tecnologico quindi economico e politico, è rappresentato una miniera d’oro per gli USA, fu un eccellente veicolo pubblicitario che stabilì la supremazia tecnologica dei suoi prodotti che divennero il sogno o il desiderio di milioni di cittadini.

Dal punto di vista militare, grazie al fatto di essere arrivati per prima sulla luna, gli USA vinsero la cosiddetta corsa allo spazio, fu la prima pietra miliare spaziale conclusasi con il cosiddetto scudo stellare che permise di disgregare l’impero russo e di diventare definitivamente la prima superpotenza mondiale.

Riguardo allo sbarco di Curiosity su Marte, precisamente dalle dichiarazioni di Obama, ho ricavato l’impressione che sia un altro grande scoop pubblicitario al fine di rilanciare i prodotti tecnologici americani che soffrono la concorrenza di quelli cinesi.

Cio’ che piu’ Interessa è sicuramente il motivo scientifico per cui Curiosity è stata lanciata, ovvero per risolvere alcuni misteri che il pianeta Marte ci propone :

  • Perché i due pianeti pur avendo caratteristiche simili si sono evoluti in modo così diverso?
  • Nel passato era presente una atmosfera densa?
  • Nel passato erano presenti oceani?
  • Quali cambiamenti climatici sono avvenuti durante la sua storia geologica e da cosa sono stati causati?
  • nel passato era presente la vita? in che forma ?ed è possibile ancor oggi trovarla?
  • esistono le condizioni sebbene estreme per permettere all’uomo di poter soggiornarci?

in realta’questi dubbi sono stati proposti dalle analisi, le immagini ed altro ricavate dalle precedenti missioni spaziali, già perché questo pianeta è stato da sempre oggetto di curiosità da parte dell’uomo ,

infatti ci sono stati circa 40 missioni che hanno riguardato questo pianeta di cui i due terzi sono fallite miseramente:

i primi dati interessanti furono ricavati dalla sonda Mariner 4. Essa raggiunse Marte il 14 luglio 1965, fornendo le prime immagini ravvicinate del pianeta ,mostravano dei crateri simili a quelli lunari, alcuni dei quali sembravano ricoperti di brina o ghiaccio.

Dai dati raccolti si ipotizzò un pianeta inattivo ed inadatto alla vita e ciò determinò una netta riduzione dell’interesse per il pianeta stesso. Mariner 9 fu la prima fotografando la superficie di Marte ad evidenziare o ipotizzare la possibilità che un tempo fosse presente acqua allo stato liquido.

Nel 1976 le due sonde Viking della NASA entrarono nell’orbita di Marte ed entrambe inviarono un Lander che effettuò con successo un atterraggio morbido sulla superficie del pianeta. Queste due missioni inviarono le prime immagini a colori e dettagliati dati scientifici. Le temperature misurate nei siti di atterraggio variavano tra 150 e 250 K (tra -123 °C e -23 °C). Vennero osservate tempeste di sabbia stagionali, cambiamenti di pressione atmosferica e spostamenti di gas atmosferici tra le calotte polari.

La NASA lanciò il 7 novembre 1996 il Mars Global Surveyor : ha inviato immagini di canali e detriti che suggeriscono la possibilità di sorgenti di acqua liquida sulla superficie.

Importante fu la missione del Mars Pathfinder inviò 16500 immagini dal Lander, 550 immagini dal Rover e 16 analisi chimiche delle rocce e del suolo Questi dati suggerirono agli scienziati che in passato il pianeta potrebbe essere stato caldo e umido, potrebbe aver posseduto acqua allo stato liquido e un’atmosfera più densa.

Nel 2001 con l’orbiter Mars Odyssey vennero usati degli spettrometri a raggi gamma e a neutroni per cercare le prove di esistenza di acqua e l’attività vulcanica del pianeta. Nel 2002 venne annunciato il ritrovamento di grandi quantitativi di idrogeno, che indicava la presenza di vasti depositi di ghiaccio d’acqua sotto al terreno.

Nel 2003 L’orbiter Mars Express confermò la presenza di ghiaccio d’acqua e di ghiaccio di anidride carbonica nel polo Sud del pianeta. Sempre nel 2003 la NASA inviò una coppia di rover gemelli. Il rover Spirit (MER-A) v e il rover Opportunity (MER-B)

 

che atterrò in un luogo decisamente interessante: un cratere con affioramenti di rocce. I membri del team annunciarono il 2 marzo che i dati inviati dal rover Opportunity ,dimostrarono che quelle rocce furono in passato immerse nell’acqua precisamente in un mare salato. Questa è la prima forte prova di una presenza di acqua liquida su Marte in passato.

Il “Phoenix Mars Lander”, del 4 agosto 2007 ha rivelato dei ghiacciai simili a quelli presenti sul nostro pianeta. La sonda ha fornito chiari indizi dell’evaporazione di ghiaccio d’acqua sul sito di atterraggio ed ha eseguito inoltre analisi chimiche del terreno, rivelandone la composizione ed identificando la presenza di acqua.

Fonte: Wikipedia.

Le varie missioni fin qui hanno dimostrato che Marte in passato ospitava acqua . e’ la vita?

Sono poche le tracce e forse l’unico cosa piu’ concreta e’ il meteorite ALH 84001 proveniente dal pianeta Rosso che al suo interno sono state trovate micro strutture che si ipotizza essere microbi fossilizzati , in ogni caso non e’ prova certa,perche’ queste tracce potrebbero essere dovute solamente a processi chimici, pertanto si spera in Curiosity per qualcosa di piu’ sostanzioso.

Ricapitolando: Oggi grazie anche alle numerose sonde sappiamo che Marte:

Pur presentando un’atmosfera molto rarefatta e temperature medie superficiali piuttosto basse è tra i pianeti del sistema solare, quello più simile alla Terra: infatti, nonostante le sue dimensioni siano intermedie fra quelle del nostro pianeta e della Luna presenta inclinazione dell’asse di rotazione e durata del giorno simili a quelle terrestri; la sua superficie presenta formazioni vulcaniche, valli, calotte polari e deserti sabbiosi, oltre a formazioni geologiche che suggeriscono la presenza, in un lontano passato, di un’idrosfera. la superficie del pianeta, i canyon, la presenza di acqua e la stessa formazione montuosa, lascia intuire un passato rigoglioso forse all’alba dello sviluppo della vita,

adesso si ha l’impressione di assistere ad un pianeta morto, appare come un rottame pieno di ruggine (ossido di ferro) cui la scienza ancora non ha dato spiegazioni certe, un pianeta vivo che all’improvviso smette di vivere e ciò che rimane e solo un desolante e spettrale come se fosse stato devitalizzato da eventi catastrofici remoti:: Ma cosa e chi avrebbe provocato tale disastro

Paradossalmente la descrizione ancestrale del pianeta ipotizzate dalle varie sonde e simile a quanto scritto sulle tavolette Sumere tradotte da Sitchin :Marte ovvero lahmu e descritto come un pianeta bello da vedere di diversi colori, aveva i poli ricoperti da ghiacci, in mezzo scintillavano mari e laghi le cui acque erano buone da bere ,l’unica cosa negativa era l’atmosfera un po rarefatta.

Addirittura Sitchin e le tavolette ci spiegano il motivo per cui oggi il pianeta versa in condizioni cosi’ spettrali:

Marte come la TERRA in un passato fu sfruttato dagli Annunaki, alieni provenienti da Nibiru come colonia mineraria , nel pianeta rossa furono inviati per scavare ed estrarre minerali gli Igigi una etnia Annunaka di classe inferiore , stanchi dell’oppressione e preoccupati del loro futuro si ribellarono al potere degli Annunaki impadronendosi delle astronavi presenti su Marte che divenne il pianeta dove poter sviluppare la loro civilta’, incominciarono a rapire le donne umane per poter risolvere il problema della procreazione e quindi della continuazione della loro specie. Ciò ovviamente offese non poco gli Annunaki che mossero guerra agli stessi utilizzando in modo sbrigativo ordigni simili a quelli atomici ;la guerra distrusse completamente ogni forma di vegetazione presente sul pianeta rendendolo invivibile per l’eternità.

Gli Igigi sconfitti furono condannati a scavare nelle miniere marziane in un ambiente arido e sostanzialmente inospitale.

Quindi per Sitchin e tavolette sumere il pianeta rosso attuale e’ il risultato di un bombardamento massiccio di ordigni simili a quelli nucleari .

Alcuni Pseudo scienziati per verificare le informazioni forniteci dai Sumeri hanno cercato, osservando le varie fotografie inviateci dalla NASA, alcuni artefatti o monumenti anomali che possono essere collegabili alla civiltà dell’antico Egitto è quella Sumera considerate da Sitchin come antiche colonie aliene

I risultati di queste ricerche sono evidenti qui sotto

 

In ogni caso la NASA ha stabilito che si tratta solo di effetti ottici alcune foto della stessa zona indicano che i misteriosi oggetti sono solo montagne con strane forme ed e quindi scoppiata cosi’ come la moda del Complottismo quella della Pareidolia: ovvero che tavolta in presenza di oggetti di difficile interpretazione i nostri occhi vedono cio che vogliono vedere. In base a questa osservazione ieri sera ho tentato di vedere in un vaso l’immagine di una donna di straordinaria bellezza ma purtroppo i miei occhi vedevano solo un vaso.

 

Peccato che questa malattia colpisca solo in alcuni casi e solo gli pseudo scienziati. Naturalmente ai dettami della Nasa si sono allineati tutti i robottini scettici che in questo caso non si sono comportati in maniera molto scettica, infatti bisognerebbe considerare se la NASA è un ente estremamente affidabile senza considerare che l’autorità o il prestigio non costituisce scienza, ma la storia ci insegna: la Nasa è un ente governativo degli USA che sappiamo essere piuttosto reticente a divulgare informazioni riguardo gli ufo e di aver realizzato vari progetti fasulli quali il progetto Blue Book descritto nel mio articolo Dal progetto Sign al Blue Book

Oppure l’assurdo comportamento dei fatti di Roswell, (Per maggiori informazioni leggere questo link), ma la stessa Nasa con i suoi comportamenti non da una sensazione di assoluta certezza, basta ricordare dichiarazioni di astronauti riguardo ad avvistamenti ufo poi stranamente ritrattate ,il modo pessimo di aver documentato lo sbarco sulla Luna ha scaturito in molti e non tutti pseudo scienziati addirittura il dubbio che lo stesso sia stata solo una finzione….. Purtroppo la Nasa ha l’esclusivita’ riguardo foto e dati di Marte per cui e’ difficile poter verificare le sue prove pertanto la ricerca o lo studio di artefatti e vari risulta inutile.

Ma si sa’ lo pseudo scienziato non si arrende facilmente allora lasciamo perdere foto artefatti e vari valutando l’ipotesi di bombardamento nucleare come causa di ciò che rimane del pianeta rosso, cioè trovando similitudini di aspetto del pianeta con zone o citta’ terrestri colpite da ordigno atomico. Guarda caso gli eventi di Hiroshima e Nagasaki sono assolutamente importanti per le nostre ipotesi:

confrontando le foto delle due città dopo il bombardamento atomico con il suolo di Marte

 

 

Considerando che l’ordigno terrestre usato per le due citta’ ha una potenza piuttosto ridotta rispetto a quelle attuale e quella di un ipotetica civilta’ aliena e possibile trovare una similitudine? nel senso che il trattamento riservato per Hiroshima e Nagasaki sia lo stesso per Marte, fatto rilevante in quanto certificherebbe l’esistenza aliena nel nostro passato.

A voi i dubbi e la risposta ……in attesa di Curiosity sperando che la stessa non produca solo un mirabile album fotografico

Il marziano d’autore

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRECAUZIONI PER L'USO

Si avvisa il gentile lettore che questo blog dal 19 -SET-2019 ritorna ad occuparsi di ufologia,continuando, comunque ad affrontare novità scientifiche e pseudoscentifiche; SI RICORDA CHE QUESTO BLOG NON AFFERMA CERTEZZE SOLO OPINIONI E IPOTESI PERSONALI AL FINE DI AMPLIARE CONOSCENZE... CON AFFETTO

Ultimi Articoli
ULTIMI AVVISTAMENTI
I dossier del Blog
Archivi
Piu’ letti oggi

ULTIMO AVVISTAMENTO
Pensa a loro

Save the Children Italia Onlus

Banner vaccini
Contro ogni violenza verbale

Croce Rossa Italiana
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA  
Inviami il tuo avvistamento
segnallazioni Ufo
Avvistamenti storici per regione
L’angolo del ricercatore
Qui puoi verificare il passaggio visibile della ISS
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1.062 altri iscritti

Seguimi su Twitter
Visitor counter

visite febbraio 2018

Your IP: 34.232.51.240