Tempo stimato di lettura: 3 minuti

In Italia si sta’ mettendo tutto in discussione, anche la Festa della Liberazione e’ oggetto di discussione, riguardo l’opportunita’ di questa ricorrenza, segno che molti proprio, di storia nulla sanno e soprattutto nulla vogliono sapere.

Ho letto la notizia su facebook grazie al G.I.S.U. associazione studi ufologici di Savona,notizia  pubblicata da molti importanti quotidiani: Un gruppo di Ricerca dell’Universita’ di Edimburgo ha scoperto molteplici prove che circa di una cometa che circa 11000 A.c.  colpi’ la Terra provocando la quasi estinzione dell’uomo e la distruzione di fiorenti civilta’ . Il tutto riuscendo a interpretare  disegni presenti sulla Stele dell’Avvoltoio, ritrovata nel sito archeologico di  Gobekli Tepequi potete leggere la ricerca pubblicata)

Gobekli Tepe e’ un sito archeologico archeologico presente Turchia, presso il confine con la Siria, risalente probabilmente alla fine del Mesolitico, Trattasi del primo centro urbano di un certo interesse sorto forse per la costruzione del tempio di pietra, considerato il primo osservatorio astronomico

Nell 8000 A.c. il centro fu abbandonato e ricoperto , quasi a nasconderlo , da terreno portato dagli stessi abitanti.

Gobekli Tepe credit wikipedia

Secondo questa ricerca ,nella Stele dell’Avvoltoio sono presenti animali che rappresenterebbero la costellazione  e la loro  posizione nel cielo.

Fatto provato da una simulazione computerizzata con il programma Stellarium, con il quale e’ stato possibile stabilire la posizione delle stelle nel cielo nel 10.950 a.c. posizione  coincidente con i disegni della Stele.

Non solo il simbolo La volpe indicherebbe un evento catastrofico collegabile ad uno sciame di frammenti enormi  di comete : “Le Tauridi” , questo evento si sarebbe verificato , in scala ridotta, a  Tunguska dove il fenomeno abbatté decine di milioni di alberi e generò un bagliore visibile a 700 km circa di distanza.

La volpe

Inoltre nella Stele sono presenti  uomini senza testa che dovrebbe indicare  la perdita di molte vite umane,quindi una catastrofe che avrebbe quasi estinto l’uomo , antiche e fiorenti civilta’0 come Atlantide.

L’ipotesi raccontata dalla Stele, tra l’altro, sarebbe provata dalla esagerata presenza  dell’iridio osservata in Nord America, risalente all’11-10.000 a.C. Iridio che normalmente nel terreno non e’ presente in grande quantità salvo se  trasportato da comete.

L’evento avrebbe causato il  Dryas recente, fu un periodo geologicamente breve di clima freddo approssimativamente compreso tra 12.800 e 11.500 anni fa.

Prima di questa scoperta la scienza ha ritenuto che proprio nel Dryas recente ebbe  l’inizio la  civiltà umana, adesso si può ipotizzare che invece fu’ l’inizio della sua ricomparsa.

Conclusioni: Se questa scoperta verra’ confermata, dovremmo cambiare La storia.

Dovremmo, cioe’  considerare i vari miti non più come leggende mistiche , ma un diario di eventi tramandati da padre in figlio ,una ricchezza cui fino adesso non abbiamo voluta sfruttarla

Pensiamo al Diluvio Universale descritto nella Bibbia e presente nei Miti di vari popoli , potrebbe essere il racconto dell’evento catastrofico di cui sto’ scrivendo.

Non e’ pseudo scienza ipotizzare che alcune civilta’ come Atlantide siano state distrutte da questo evento, lasciandoci poche ma inequivocabili prove, Le Piramidi di Giza, la Sfinge…

Difficile affrontare questa novità, perchè  dovremmo chiederci come sia possibile che una civiltà del 11000 a.c. abbia raggiunta un cosi’ altro grado di tecnologia. La teoria dell’Antico  Astronauta farebbe meno ridere

Cosa aspetto da questa ricerca ? i Soliti Debunnker che cercheranno a tutti costi di  ridurre l’importanza di questa notizia  anche con demenziali ragionamenti, scommettiamo?  vi terro’ informati

Buona festa della Liberazione da Caserta