Emilioacunzo.it

Alcuni interessanti documenti UFO tra quelli resi pubblici dalla CIA

Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Grande fermento tra la comunità ufogica per le migliaia di pagine che la Cia ha pubblicato grazie all’insistenza dell’ottimo John Greenwald autore del sito The Black Vault, (qui potete consultare le pagine citate

Si leggono numerosi fatti strani che pero’ non verificabili e senza elementi cui fare delle ricerche , ma il grande lavoro di Greenwald ci permette di capire come funziona o funzionava la ricerca della Cia o come era strutturata la stessa in funzione del fenomeno

La prima cosa che ho notato è che la ricerca della Cia non era limitata solo agli  USA , no! in tutto il mondo svariando dalla Russia e finendo con L’Africa Marocco e Congo per esempio , sembrerebbe affamata di notizie, tanto da spiare scienziati. 

Tra le varie pagine  mi hanno colpito alcune che fanno riferimento a Leon Davidson cioè non uno qualsiasi, stiamo scrivendo di un Ingegnere  Chimico ovvero uno Scienziato che lavorò al Progetto Manhattan, La Bomba Atomica USA. oltre che un pioniere dell’Informatica e Computer.

Ciò che interessa a noi fu  la sua passione “scientifica” per gli Ufo, in pratica era un precursore del Greenwald nel tartassare tutte le varie amministrazione per cercare informazioni sugli ufo , tra l’altro fu il maggior colpevole nella pubblicazione e distribuzione pubblica del  Project Blue Book . Riteneva che il fenomeno UFO fosse reale anche se non di origine extraterrestre ma prototipi sperimentali molto terrestri 

Foto trovata dal figlio, Edward Davidson, dischi volanti di proprietà della USAF
fonte Wikipedia

Un’ipotesi ancora attuale ma che ancora rimane un’ipotesi

Prendiamo un documento della collezione in cui si parla del Davidson che qui potete scaricare  documento C0015244 in cui si parla dello scienziato che ha richiesto alla CIA e all’ “‘ATIC” la trascrizione 

Dove traduciamo :“Il dottor Leon Davidson è sulle nostre spalle di nuovo. Vuole trascrizione del messaggio spaziale e l’identificativo del trasmettitore da cui proviene. La vostra attenzione è richiamata su una lettera a Davidson da Wallace  Wallace W. Elwood , Capitano USAF  ATIC, datata 5 agosto  1957, in cui Elwood risponde  Davidson che il messaggio era identificabile come codice morse e da una nota stazione radio con licenza USA Egli non è soddisfatto perché il messaggio ascoltato in radio non corrisponde a quello di uno in codice Morse “

In Pratica Davidson da fastidio per tenerlo buono gli danno risposte ma  evasive e sbagliate cosa scoperta facilmente dallo scienziato cosa che fa aumentare la curiosita’  e frustrazione  dello stesso per le mancate risposte

Volete sapere come va a finire questa storia 

Leggiamo il file presente nella lista del Greenwald il numero di riferimento CO 00015402 qui consultabile .E’ qui sotto vediamo la parte che ci interessa

Semplicemente leggiamo che in relazione alla richiesta del Davidson la CIA risponde che è impossibile soddisfare tale richiesta perché il nastro è stato distrutto come da valutazione dell’agenzia

Inoltre viene motivata tale evasiva risposta per evitare che siano troppi e di differente agenzia ad occuparsene del caso….

 Insomma , che questi casi siano comunque altamente resi in considerazione è evidente, visto la non volontà di  condividerlo anche con altre agenzie di intelligence

Una cosa che mi ha colpito é L’ATIC, vediamo di capire cos’è questa organizzazione  

Troviamo ciò che stiamo cercando In queste pagine ovvero nel regolamento AFR 200-2 1-2 si fa riferimento all’ATIC in base alla tematica ufo in particolare

l’ Air Technical Intelligence Center (ATIC)è stata costituita 21 maggio 1951 come braccio operativo del’ Air Technical Intelligence Center NASIC che a sua volta è l’ unità di analisi dell’intelligence dell’aeronautica degli Stati Uniti , adesso non esiste più, perché sostituita dal  Foreign Technology Division (FTD) ovvero “Divisione tecnologia straniera”

Come specificato nell’immagine sopra l’ATIC svolgeva un ruolo investigativo indipendente, sui casi di avvistamento più interessanti , da quanto sopra possiamo supporre che presso di se aveva quantità notevole di materiale ovvero di analisi di avvistamenti UFO , c’è da chiedersi: che fine hanno fatto ? sono stati resi pubblici? 

Penso che abbiate notato che quando ci imbattiamo con i programmi , le ricerche ed attività delle varie agenzie governative USA riguardo gli UFO entriamo in una specie di labirinto dove esistono tante porte , magari credi che aprendone una avrai la soluzione , niente solo altre  porte e alcune non accessibili , insomma una confusione su confusione di agenzie su agenzie , spesso in lotta tra di loro per rendere difficile l’interpretazione del fenomeno 

Malgrado l’eccellente lavoro di John Greenwald se cercate in questi documenti la Pistola Fumante rimarrete molto delusi, semmai prestate attenzione al fatto di come questo fenomeno ( al netto di ipotesi varie ) sia stato preso ed ancor oggi  in considerazione, aldilà dei studi ufficiali fasulli, dalla Cia, Atic, Us Navy , United States Army….quanto spiegamento di forza , soldi e personale specializzato per un tafano…Meditate, Meditiamo 

  

Exit mobile version