Un Ignorante tra Scienza e Pseudo Scienza

computer Eugene Goostman

Tempo stimato di lettura: 6 minuti
Scienza

La cosa che più mi ha colpito riguardo la partita vinta contro l’Inghilterra e’ l’entusiasmo dei tifosi che a prima vista è sembrato esagerato, già numerosi caroselli di auto in tarda notte riempivano le nostre strade, e si festeggiava cioè come se già avessimo vinto un trofeo senza considerare che la strada è piuttosto lunga, ma è sicuramente il segnale che l’italiano e’ orgoglioso della propria nazione, forse vorrebbe vincere ed essere fiero in altri campi ma purtroppo oggi non è possibile proprio perché pochi servitori sono attaccati alla propria bandiera, molti non si sentono più servitori dello Stato ma credono che sia lo stato ad essere suo servo , meglio salvadanaio, chissà come i traditori ovvero coloro che si sono venduti per pochi spicci, si sentono guardando la voglia d’Italia del popolo cosi’ entusiasta ed orgoglioso del tricolore…

Per gli appassionati di calcio , in generale di sport, in tempo di mondiale tutto il resto viene considerato come l’intervallo tra una partita e l’altra, questo articolo deve essere quindi considerato come una pausa, ,una gradita pausa scientifica aspettando le prossime imprese degli azzurri.

Una domanda da rispondere e che credo molti di noi abbiano tentato di risponder è quella riguardo al fatto di capire cos’e’ l’intelligenza e la differenza fra quella dell’uomo è quella artificiale

L’intelligenza è la capacità di capire ciò che ci circonda e ragionare in base alle informazioni o esperienza a disposizione e quindi di adattare le proprie conclusione con il variare delle osservazioni.

L’intelligenza artificiale non ha un origine autonoma trattasi di un organismo che ha la volonta’ di imitare l’intelligenza biologica . Uno dei limiti cui l’uomo aspira a superare e’ quella di creare l’intelligenza Artificiale.

Secondo la scienza possiamo parlare di intelligenza artificiale quando non riusciamo più a distinguere un pensiero umano da quello di un computer.

Molto spesso scambiamo i nostri computer come qualcosa di intelligente soprattutto quando giochiamo con il computer a una partita di dama crediamo cioè che questa macchina abbia la capacità di scegliere autonomamente la mossa in realta’ utilizzano programmi talvolta anche stupidi , il computer pur avendo magari una memoria spaventosa commette degli errori che neanche un bambino li farebbe, in realtà egli effettua una mossa in base alle istruzioni fornitegli dal suo programmatore che magari si basa su partite vere le cui mosse sono semplicemente copiata dal computer, in questo caso si potrebbe considerare uno scarso tentativo di imitare la nostra intelligenza.

In realtà questo esempio mi è necessario per introdurre il Test di Turing creato appunto da Alan Mathison Turing

uno dei padri dell’informatica e uno dei più grandi matematici del XX secolo , partecipo’ ,come crittografo, al conflitto mondiale ,riuscendo a inventare metodi per decifrare i codici tedeschi, fu quindi un benefattore del governo Britannico si suicido’ a soli 41 anni perche’ perseguitato dalle ’ autorità britanniche in quanto omosessuale che all’epoca in Gran Bretagna era un reato punibile con la castrazione chimica o Carcere . Incredibile come la stupidita’ umana puo’ essere mostruosa e omicida… ma andiamo oltre,:

Il test di Turing è quindi un criterio per determinare se una macchina sia in grado di pensare o meno

Si esegue cosi :

Si introduce un essere umano ,chiamato anche giudice ,in una stanza indicata con la lettera A , questo entra in relazione con altre due personalita’ che non possono comunicare tra loro. (B) e (C) nascoste o celate ad A e presenti in stanze diverse.

Uno e una persona(B) l’altro e’ un computer (C) .L’essere umano o giudice (A) deve conversare con le due personalita’ (B) e (C) di diversi e vari argomenti dalla medicina al gossip per esempio .Il test riesce ovvero il computer presente in (B) viene considerato come intelligenza artificiale quando la persona (A) o giudice non riesce a distinguere chi tra (B) e (C) sia l’essere umano e chi il computer per almeno il trenta percento del tempo impiegato per la serie di conversazioni

Ebbene dopo 60 anni di tentativi andati a vuoto , finalmente un computer ha superato il Test di Turing dimostrando di avere una Intelligenza artificiale? (l’interrogativo ha una sua logica che dopo vedremo)

Il computer Eugene Goostman durante il Test di Turing 2014 presso il Royal Society di Londra e’ riuscito a ha superare il 33 %. Precisamente ha superato il test nel quale hanno partecipato 30 giudici ognuno dei quali è stato coinvolto in cinque prove parallele. Per ogni cinque minuti un giudice ha comunicato per ogni cinque minuti sia con un essere umano sia con una macchina per un totale di 300 conversazioni. Il computer vincitore simula un ragazzo di 13 anni e’ stato realizzato da un team di San Pietroburgo, Russia coordinato da Vladimir Veselov,

Sebbene il test di Turing sia stato risolto, si puo’ affermare con valore scientifico che un computer puo’ pensare?

Questa domanda ha prodotto due correnti di pensieri diversi:

Quella dell’”intelligenza artificiale forte” convinta che un computer possa essere veramente dotato di una intelligenza ovvero formulare dei pensieri come qualsiasi essere umano

E quella dell’ “intelligenza artificiale debole”, che sostiene che un computer non sarà mai in grado di eguagliare la mente umana, potra’ solo simulare, copiare ed emulare alcune attivita’ conoscitive umane senza riuscire fondamentalmente a capirli .

Del resto Il test di Turing fu piuttosto criticato dal filosofo John Searle

con il paradosso o esperimento mentale della “Stanza Cinese” che cerco di spiegare

Immaginiamo cioe’ un computer che sembra capire la lingua cinese. Semplicemente, acquisirebbe dei simboli cinesi in ingresso, poi attraverso un programma produrrebbe altri simboli cinesi in uscita in risposta ai simboli acquisiti; un comportamento cosi’ convincente capace di superare il test di Turing , cioe’ di ingannare facilmente qualsiasi uomo, per esempio un cinese in colloquio con esso, fingendosi come uomo , rispondendo in modo appropriato in cinese, in modo tale che i sostenitori dell’intelligenza artificiale affermino che il computer capisca la lingua cinese, come farebbe una persona, in quanto non c’è nessuna differenza tra il comportamento della macchina e di un uomo che conosce il cinese.

Adesso Searle che non sa niente di cinese suppone che sia lui a sedere all’interno del calcolatore ovvero immaginando di essere in una piccola stanza (appunto la stanza cinese) con carta e penna e un vocabolario o la versione stampata utilizzata come programma dal computer . Searle ricevendo simboli in cinesi attraverso un piccolo ingresso, potrebbe elaborarle seguendo le istruzioni del programma, producendo altri simboli cinesi in uscita in risposta a quelli in entrata, comportandosi in ugual modo al computer identico a quanto faceva il calcolatore. Quindi Searle vuole dimostrare che pur non conoscendo il cinese potrebbe essere scambiato facilmente per un conoscitore della lingua , in realta’ e’ solo un manipolatore ed estrapolatole di dati come il computer che come lo stesso Searle non conosce per niente il cinese

In realta la differenza secondo Searle tra un uomo e la macchina sta nel fatto che mentre l’uomo unisce la sintassi (la capacità della persona o computer di eseguire una procedura) con la semantica (il fatto che l’uomo sappia che cosa sta facendo), mentre il computer sa solo eseguire la sintassi ma manca di semantica.

Personalmente ritengo che gli assertori dell’ “intelligenza artificiale forte” sono andati troppo aldila’ della scienza sfiorano cioe’ la Pseudo-scienza, non escluderei che un giorno si possa creare un computer capace di capire quello che sta elaborando, ma adesso penso che sia valida la teoria dell’ intelligenza artificiale debole”, forse debolissima e questo grazie anche ad una piccola serie di numeri lettere o altri simboli: Il CAPTCHA acronimo inglese (completely automated public Turing test to tell computers and humans apart) in Italiano (Test di Turing pubblico e completamente automatico per distinguere computer e umani). E’ un test con il quale bisogna copiare ripetendo lettere numeri o simboli indicati deformati o con uno sfondo colorato (si direbbe con rumore di sfondo), lo troviamo sui siti quando vogliamo registrarci a qualche servizio, fare commenti o partecipare a forum, per impedire che arrivi Spam inviata ovviamente tramite macchina per offuscare la provenienza , quindi si vuole che sia solo un’ umano ad utilizzare tali servizi grazie al CAPTCHA , Un uomo non ha nessuna difficolta’ a distinguere i simboli distorti o separarli con lo sfondo colorato per esempio, il computer no!!, utilizza uno scanner o lettore ottico per acquisire in entrata i simboli che vengono interpretati da un programma quale l’OCR che pero’ per copiare distinguere ed elaborare i numeri richiesti ha bisogno che i simboli numeri o lettere siano puliti , cioe’ non deformati o confusi con il colore di sfondo (si direbbe privo di rumore di sfondo) in caso contrario appunto il CAPTCHA non riesce a dare la serie di numeri o altro, giusta. E’ qui che casca l’asino!!!!! Infatti e’ proprio la capacita’ di ragionare che fa si che l’uomo riesca a capire la differenza tra il rumore di sfondo e la serie di numeri , simboli ect ect. Capisce cioe’ la domanda, riesce ad elaborarla, e da una giusta risposta, il computer invece non riesce a distinguere la serie con il gia’ citato rumore di sfondo, in realta’ non capisce la domanda, non puo’ elaborarla e da risposte sbagliate, addirittura grossolanamente, cioe non ha la capacita’ di ragionamento ….per cui mi domando e mi rispondo :

Puo’ un software produrre o provocare le stesse funzioni del nostro cervello ? Credo di no, ma se si, siamo lontanissimi da realizzare cio’

Puo’ un cervello copiare ovvero comportarsi come un software? Si abbiamo realizzato tutto cio’, ovvero ci stiamo rimbecillendo seguendo Computer, Tablet, Smartphone ed altro….

Un gentile omaggio ai grandi: Alan Turing e John Searle, ma adesso e’ finita la pausa , si ritorna ai Mondiali di Calcio e FORZA AZZURRI

Il deficiente biologico d’Autore

 

Ultimi Articoli
I dossier del Blog
Archivi
Il nostro canale youtube
Pensa a loro

Save the Children Italia Onlus

Banner vaccini
Contro ogni violenza verbale

Count per Day
  • 292246Totale letture:
  • 22Letture odierne:
  • 207Letture di ieri:
  • 150091Totale visitatori:
  • 17Oggi:
  • 141Ieri:
  • 3643Visitatori per mese:
  • 155Visitatori per giorno:
  • 4Utenti attualmente in linea:
  • 22 Febbraio 201822/12/2020:
Avvertenza CookieQUESTO BLOG UTILIZZA COOKIE PER MIGLIORARE LA SUA NAVIGABILITA', PER FINI STATISTICI E PUBBLICITARI,PER MAGGIORI INFORMAZIONI LEGGI QUI OPPURE PUOI DISABILITARLI TUTTI O IN PARTE CLICCANDO QUI  CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE SUL BLOG NE ACCETTI TACITAMENTE IL LORO UTILIZZO ESSENDONE COMUNQUE A CONOSCENZA  
NOVITA’
Inviami il tuo avvistamento
segnallazioni Ufo
Avvistamenti storici per regione
Seguimi su Twitter
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1.058 altri iscritti